Ius Soli, maestre in sciopero della fame: "Ai bambini situazione sembra inverosimile"

Il giorno dopo l'adesione del ministro Graziano Delrio allo sciopero promosso da insegnanti e parlamentari a favore dell'approvazione dello Ius Soli siamo andati a sentire il parere di due maestre della scuola primaria Iqbal Masih di Roma, facente parte dell'istituto Comprensivo Ferraironi che sta dando un impulso decisivo all'iniziativa. Patrizia Zucchetta ha spiegato: "Abbiamo aderito all'appello lanciato da vari intellettuali. Noi insegniamo ai bambini che hanno gli stessi diritti, poi scoprono che alcuni di loro certe cose non le possono fare". Antonietta Larocca ha aggiunto: "La maggiorparte dei bambini non sapeva di cosa stessimo parlando. A loro sembra inverosimile che un bambino possa nascere in un posto e non avere la cittadinanza. L'adesione di Delrio all'iniziativa è un buon inizio affinché venga trattato definitivamente questo problema".

Il 13 nuova mobilitazione. La società civile, insegnanti, genitori e alunni torneranno a manifestare venerdì 13 ottobre, insieme al movimento #Italianisenzacittadinanza e ai promotori della campagna 'L'Italia sono anch'iò, per ribadire la necessità del voto immediato della riforma che introduce lo Ius soli temperato e lo Ius culturae. Piazza Montecitorio a Roma verrà trasformata nella Piazza della Cittadinanza, con laboratori creativi, flash mob, cori e palloncini tricolore.
Giovedì 5 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 15:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME