Roberto Spada resta in cella: per la Cassazione «è pericoloso». Confermato il «metodo mafioso»

Resta in cella Roberto Spada, nel carcere di massima sicurezza di Tolmezzo (Udine), con l'accusa di lesioni e violenza privata aggravate dal metodo mafioso per l'aggressione - avvenuta a Ostia lo scorso sette novembre - al giornalista Daniele Piervicenzi e al filmaker Edoardo Anselmi della trasmissione Rai 'Nemò che lo stavano intervistando sui rapporti con Casapound.
 


Lo ha deciso la Cassazione che ha respinto il ricorso della difesa confermando la pericolosità di Spada e l'aggravante di aver agito con metodo mafioso.
 
 

Giovedì 8 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 19:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-02-09 05:31:48
è allucinante,,,,perché ha aggredito il giornalista altrimenti per tutto il resto questo rimaneva libero.........
DALLA HOME