Salvini, overdose in tv e ora perde le sfide dell’audience
di Marco Castoro

Matteo Salvini, overdose in tv e ora perde le sfide dell’audience

Prima Bersani, poi la “nemica storica” Fornero, e ora perfino l’antagonista Conte l’hanno battuto. Tre sconfitte che suonano da campanello d’allarme per Matteo Salvini. La sua popolarità non sembra più ai massimi livelli come fino a qualche mese fa. I consensi ci sono sempre - è indiscutibile - tuttavia le battute di arresto in tv stanno diventando una consuetudine. Nell’ultimo mese il leader della Lega è andato sempre ospite nei talk . Il suo martedì è diventato un classico appuntamento con le telecamere. Il 12 novembre è stato ospitato da Floris, il 19 da Giordano, il 26 dalla Berlinguer, così come il 10 dicembre. Sette giorni dopo è tornato da Giordano. E nella settimana di “riposo” è andato ospite a "Porta a Porta". Un’esposizione elevata, forse anche un po’ esagerata. 

Leggi anche > Ascolti Tv, Conte batte Salvini in sovrapposizione

A Fuori dal Coro (e anche a Cartabianca) ha giocato in casa, mentre a DiMartedì è stato incalzato da Floris e dagli interlocutori come se giocasse in trasferta. Lo share ha sempre oscillato tra il 5% e il 5,5% (da Floris è stato di 5,7% con 1.268.000 spettatori). Ma quello che più ha destato sorpresa sono state le sconfitte nelle sovrapposizioni. Ha perso sempre contro diMartedì e i suoi ospiti. E a batterlo sono stati Bersani, il leader delle Sardine Santori, Elsa Fornero e martedì sera il premier Conte. Nella sovrapposizione dalle 21:45 alle 22:18 Conte intervistato a diMartedì su La7 ha superato costantemente Salvini a Fuori dal Coro, staccandolo nello share tra i 2 e i 3 punti. 
Il premier è arrivato fino all’8,5% di share, Salvini non è andato mai oltre il 6,5%. Il risultato, tradotto in spettatori, significa un distacco di mezzo milione di persone a favore di Conte: 2 milioni per il premier, 1,5 milioni per Salvini. L’11 dicembre la sconfitta a distanza con la Fornero, che ha vinto parlando proprio delle pensioni. Nella sovrapposizione (ore 21:57-22:18) 1.350.000 spettatori e 5,5% di share per diMartedì contro 1.200.000 e 4,9% di #Cartabianca.

Dati che fanno riflettere. Probabilmente l’eccessiva esposizione, mediatica e sui social, nonché i ritornelli degli argomenti cominciano a preoccupare. Del resto anche il cartello del sondaggio di Pagnoncelli l’ha evidenziato. Il 53% del campione interpellato ha risposto che il Capitano appare un po’ ripetitivo, mentre il 33% lo considera sempre brillante e innovativo.
Ultimo aggiornamento: Giovedì 19 Dicembre 2019, 08:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA