Anziani che guardano cantieri, ora diventa un lavoro: saranno consulenti
di Simone Pierini

Anziani che guardano cantieri, ora diventa un lavoro: saranno consulenti

Gli anziani che guardano cantieri, che si fermano curiosi per seguire i lavori nella propria città. Un hobby, una vera passione che non smette mai di esistere. Ora nasce un'opportunità e diventa un lavoro. Saranno consulenti, coinvolti nell’elaborazione di progetti di rigenerazione urbana volti a favorire l’attività fisica, la partecipazione sociale e la prevenzione del decadimento cognitivo. Lo riporta la Nazione. Il progetto fa parte del piano di coinvolgimento della terza età "Urban Health – Movi-menti" promosso nel Pisano dal Centro Nazionale per la Prevenzione e Controllo delle Malattie del Ministero della Salute, i cui partner sono l’Azienda Usl Toscana Nord Ovest, la Regione Lombardia, il Politecnico di Milano, la Asl 3 Piemonte, e la Asl di Taranto 



Un totale di 44 pensionati volontari divisi in due gruppi, di età compresa tra 55 e 66 anni nell’uno e tra 67 e 77 anni nell’altro. L'obiettivo, come si legge nel testo del progetto, è quello di elaborare e condividere con gli amministratori locali e regionali interventi di rigenerazione urbana volti a migliorare le condizioni di vita della popolazione anziana. 

«Si tratta di un progetto importante che guarda alle buone pratiche di rigenerazione urbana e ambientale - le parole del sindaco di Pisa, Michele Conti, riportate da La Nazione - È mia convinzione che l’urbanistica debba prevedere spazi, interi quartieri, adatti a coloro che invecchiano e che hanno problemi che possono sembrare insormontabili ma che invece si possono superare con piccoli accorgimenti. E questo confronto può portare a suggerimenti e a risultati concreti nella progettazione nella nostra città». 
Domenica 16 Giugno 2019, 12:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA