Toscana, viaggio nel cuore della vendemmia
di Veronica timperi

Toscana, viaggio nel cuore della vendemmia

Le foglie sugli alberi diventano rossastre e la natura, che si prepara all'inverno, assume colori particolarmente romantici. E' il momento giusto per godere di giornate all'aria aperta, all'insegna delle nuove esperienze. Gli appassionati di vini, sempre a caccia di nuove cantine da degustare, possono, in questo periodo dell'anno migrare in Toscana, per weekend dall'alto contenuto alcolico, e a contatto con la natura, con lo sguardo che si perde sui dolci pendii della regione, famosa nel mondo oltre che per l'arte e i paesaggi mozzafiato, per essere la patria di famose etichette vitivinicole. Le colline toscane, da sempre produttrici di grandi vini, d'altro canto, tra settembre ed ottobre si animano come non mai per via della vendemmia, un evento annuale che è una vera e propria festa, in cui le cantine si aprono ed è possibile partecipare attivamente a questo particolare 'rito contadino', ora diventato quasi di lusso, a stretto contatto tra filari, grappoli e cesoie. Agronomi, enologhi e raccoglitori oltre a spiegare bene come funziona il processo produttivo del vino, in queste giornate svelano anche i segreti della vendemmia perfetta. In Toscana ci sono tantissime aziende che permettono ai turisti di vendemmiare e di entrare a far parte della grande famiglia dei raccoglitori, in uno spirito totalmente conviviale.. Noi abbiamo scelto per voi quelle che offrono l'esperienza più suggestiva. Si parte dalla zona orientale della regione, tra Arezzo e Firenze, dove sorge 'Il Borro', che la famiglia Ferragamo ha ristrutturato meticolosamente un borgo medievale, una villa ottocentesca ed una serie di casali che si trovano all’interno di una tenuta di 800 ettari, 45 dei quali di vigneto. In vigna, è possibile fare tour alla scoperta di tutte le fasi della lavorazione. Ma non solo. In questo piccolo borgo proprio sopra le cantine, è ospitata la Galleria Vino&Arte: “Da Mantegna a Warhol: storie di vino”, ma anche una SPA DiVino dove fanno trattamenti ad hoc a base del nettare degli dei, e una zona per le degustazioni. Incastonato nelle colline del Chianti Classico, c'è 'Borgo San Felice', un agglomerato medievale di case, in cui il tempo sembra essersi fermato. Qui tra filari di vite sorti tra due edifici antichi in pietra la vendemmia è aperta ai turisti, agli abitanti del territorio ed anche ai disabili che aderiscono al progetto UmanaMente, fondazione voluta dalla proprietà Allianz. Tra le dolci colline di San Miniato, nel cuore della Toscana, famoso per i pregiati tartufi bianchi, c'è Usiglian del Vescovo. Questa azienda agricola, offre la possibilità di  vivere la vendemmia in un contesto bucolico particolarmente suggestivo.. La tenuta, di 160 ettari, è circondata da vigne, lecci e cipressi,  mentre un’orografia altalenante permette inaspettate viste sui villaggi limitrofi e sulle colline vicine. Qui la raccolta dell’uva avviene rigorosamente a mano, rispettando scrupolosamente i tempi di maturazione con scrupolo.
Lunedì 9 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 23:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME