Povia su Traini: "Salvini ha ragione, reati in mano agli stranieri". Ma i suoi followers lo insultano

Povia su Traini: "Salvini ha ragione, reati in mano agli stranieri". Ma i suoi followers lo insultano

Torna a far parlare di sé Povia, ormai paladino del web, o almeno di una parte di esso, nonostante la sua assenza ormai da qualche anno dalle cronache di cui era parte attiva fino a un po' di tempo fa, ovvero il mondo della musica. Il cantante già vincitore del Festival di Sanremo, che in questi giorni lancerà la sua nuova canzone "Immigrazia", ha detto la sua su Facebook sulla vicenda di Macerata, e in particolare sulla tentata strage messa a segno da Luca Traini, l'ex attivista della Lega, e simpatizzante di estrema destra, che qualche giorno fa ha sparato su alcuni immigrati ferendone sei.

“Mi hanno tagliato fuori da tutti i circuiti, ma sono sempre stato libero. Salvini non c’entra nulla con i fatti di Macerata, come non c’entra nulla la Lega - dice - Leggo tanti commenti su questa cosa perché tentano di indebolire il consenso nei confronti della Lega, fanno credere al pubblico che chi voterà la Lega andrà a sparare per strada agli immigrati, ma questa è un’equazione che farebbero solo gli idioti. Purtroppo però di idioti ce ne sono parecchi in Italia”.
 

“Salvini sull’immigrazione ha ragione al 100%. Non so se ricordate il caso di Kabobo, quello che col machete ammazzò tre persone a Milano. Il 24 gennaio uno del Camerun ha preso a sprangate un passante. Il 55% e oltre dei furti sono fatti di stranieri, come il 52% dello sfruttamento della prostituzione, la pornografia minorile, le estorsioni e le ricettazioni sono in mano agli stranieri”.

“E l’omicidio di Pamela Mastropietro, ce lo siamo già scordati? Quante cose avrei da dire ancora, noi siamo in una guerra di civiltà, condanniamo il singolo caso ma non capiamo che c’è un problema più grande - continua - la colpa è degli italiani, che non sono ideologizzati, perché con un ideologizzato si può parlare, ma sono proprio deficienti”.
 

I COMMENTI: UTENTI DIVISI, MA TANTI INSULTI Tra i commenti al video, in molti difendono le parole del cantante, ma tantissimi non sono assolutamente d'accordo con lui, fino ad arrivare ad insultarlo. "Leggo i soliti (pochi) utonti medi che commentano senza argomentare o usando le parole magiche: INNIORANTE, OD1O, RAZZ1STA, POPUL1STA, DEMAGOGG1A. Ripeto: Dovete ascoltare bene il video. Siete il futuro dell'Italia ecco perchè l'Italia non ha futuro. Seguite i cantanti-anestesia-finti-ribelli e autobannatevi dalla pagina. Sono io a non stimarvi, giusto per chiarire", dice lo stesso Povia. "Tu non sai neanche che cosa vuol dire essere un uomo libero, e lo conferma il tuo elemosinare visibilità come lo stesso Salvini, facendo leva sull'ignoranza, di una grande percentuale di italiani, privi di senso critico", gli risponde invece Veronica. "Sono di Macerata, il pezzente razzista legaiolo Traini ha sparato anche davanti alla scuola di mia figlia, procurandole un grave attacco d'asma. Sei un tumore, Povia", rincara la dose un altro utente.

"Purtroppo stiamo vivendo in un periodo dove difendere il proprio Paese è considerato REATO. (Discorso generale, non giustifico il tizio che ha sparato, per chi non lo capisse. Difendere il proprio Paese non è per forza inteso con violenza.) Questi immigrati sono diventati perfino innominabili! Dico questo perché magari ti capita di litigare con uno di loro per una buona ragione e ti danno del razzista. Però se magari mandi a cagare un italiano va tutto bene, lo fai con loro e sei razzista", scrive un altro. "Ma che cavolo dici.... Lui elemosina visibilità? Proprio questo suo mettersi in gioco l'ha tagliato fuori dai palchi che contano...fa concerti chiedendo solo rimborso spese....e se tu l'avessi visto live ti renderesti conto di quanto sia bravo....chiedi a Laura Pausini e compagnia bella di iniziare a parlare liberamente", la difesa di Nick.
Martedì 6 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 15:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-02-19 15:26:38
Se Povia insulta un italiano solo perchè italiano è un razzista. Litigare con una persona e dirgli "sporco italiano" è razzista ed è punibile secondo la Legge Mancino. La stessa tutela esiste per gli immigrati. La legge contro il razzismo è una legge contro il PREgiudizio, quindi contro la stupidità. Si può benissimo avere una discussione anche accesa con qualcuno e ci sta pure qualche scambio di insulti, ma non si capisce perchè chi non c'entra nulla, come un altro immigrato onesto debba essere tirato in mezzo. Povia la smetta di fare terrorismo ideologico sparandole grosse e rilfetta sul perchè nessuno vuole avere più nulla a che fare con lui tranne dei fanatici che usano metodi terroristici come il sostengo ad idee assurde e fantasiose (v. scie chimiche o il "gender").
2018-02-07 12:18:51
Italia agli italiani
2018-02-06 15:56:14
Quanti finti buonisti!!!!LA PENSO COME POVIA,,,,
DALLA HOME