Garlasco, Stasi agli avvocati: "Vi voglio bene".
Il primo giorno in carcere dopo la sentenza

MILANO - «Vi voglio bene». Così Alberto Stasi ai suoi avvocati prima di costituirsi nel carcere di Bollate, dopo la sentenza della Cassazione che ha confermato la condanna a 16 anni per l'omicidio della fidanzata Chiara Poggi a Garlasco (Pavia).

Lo scrive su Facebook l'avvocato Giada Bocellari, che ieri ha accompagnato il giovane in carcere. Stasi ha, dunque, voluto ringraziare il suo pool difensivo, composto dagli avvocati dello studio legale Giarda di Milano e, scrive l'avvocato sul social network, anche «tutti i nostri consulenti e tutti quelli che si sono occupati umanamente e professionalmente di questa triste vicenda».



«Vuole far sapere a tutti che vi vuole bene - prosegue -. Questa sentenza deve fare in modo che il nostro impegno ne impedisca delle altre simili che sono solo una vergogna per la giustizia - scrive l'avvocato Bocellari - alla domanda se è meglio lasciare libero un colpevole o condannare un innocente la Cassazione ha risposto che è meglio condannare un innocente. L'innocente uscirà dal carcere e allora la vita lo ripagherà proporzionalmente per tutto ciò che gli ha tolto - conclude - ma di sicuro non gli ha tolto oggi l'affetto, l'amore, l'amicizia e l'umana comprensione».
Domenica 13 Dicembre 2015 - Ultimo aggiornamento: 14-12-2015 11:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2015-12-14 08:54:33
è dove merita di restare a vita ,altro che 16 anni che poi ne farà forse 10
DALLA HOME