Seguici su Facebook Seguici su Facebook     Martedì 17 Gennaio 2017 | | Oroscopo |
TRENDING TOPICS

Garlasco, il fratello di Chiara: "Andrea Sempio entrava spesso in camera sua"

COMMENTA
Garlasco, il fratello di Chiara: "Andrea Sempio entrava spesso in camera sua"

Venerdì 6 Gennaio 2017, 11:16

Una nuova svolta arriva dall'omicidio di Chiara Poggi, la ragazza di 26 anni uccisa a Garlasco, il 13 agosto del 2007. Ci sarebbe un nuovo indagato, Andrea Sempio, amico intimo di Marco, il fratello di Chiara. Oltre a tutto questo, di cui vi avevamo ampiamente parlato nei giorni scorsi, ci sarebbe un nuovo scenario ad arricchire l'indagine degli investigatori.  Secondo quanto sostenuto dalla mamma di Chiara e dal papà di Andrea Sempio, il ragazzo, pur frequentando la villetta dei Poggi, non entrava mai al suo interno. Tesi smentita dalle parole del fratello di Chiara: Marco Poggi aveva detto agli investigatori che Andrea "si portava nella mia abitazione" sia nella primavera che nell’estate del 2007. In quei giorni Sempio girava dentro casa e "rimanevamo nella saletta della televisione ubicata al piano terra oppure salivamo al primo piano all’interno della camera da letto di Chiara per utilizzare il suo computer".  Ma l'attenzione degli investigatori è stata catturata principalmente dalla perfetta sovrapposizione tra il Dna trovato sotto le unghie di tre dita di Chiara e quello di Andrea Sempio, ricavato da un cucchiaino e da una bottiglietta di plastica da lui abbandonati.  A insospettire anche tre telefonate tra il 4 e l'8 agosto, tutte di pochi secondi. La seconda e la terza sono nel periodo in cui Marco insieme ai genitori è in vacanza in Trentino e Chiara è sola in casa. Il 28enne, oggi commesso, avrebbe un numero di scarpe (42-42,5) che coincide con la dimensione delle impronte insanguinate lasciate sul pavimento; possiede inoltre una bicicletta e secondo due testimoni una bici è parcheggiata davanti a casa Poggi la mattina del delitto.  RITA POGGI: "PER NOI NON C'È MAI PACE" La signora Rita nulla vuole dire su quanto pubblicato dal quotidiano che ha riportato le dichiarazioni messe a verbale da Marco Poggi qualche settimana dopo il delitto della sorella. Allora il ragazzo, appena 19enne, aveva raccontato che Andrea Sempio di tanto in tanto, come altri suoi amici, andava a trovarlo a casa, nella villetta di via Pascoli. E che con lui sarebbe andato sia nella sala dove c'è la tv, al pian terreno, sia al primo piano nella «camera da letto di Chiara per utilizzare il suo computer».  La signora Poggi non ha mai negato che Sempio fosse amico del figlio «sin da quando erano piccoli. Sono sempre stati amici e lo sono ancora». Anche Sempio, sotto indagine come atto dovuto dalla Procura di Pavia, sentito il 4 ottobre 2008 dai carabinieri di Vigevano aveva detto di conoscere «Chiara in quanto frequentavo la sua abitazione. Escludo categoricamente - risulta a verbale - di averla mai frequentata attesa la nostra differente età. Non abbiamo mai avuto amici in comune. Ribadisco che la stessa era da me conosciuta solo perché ero amico del fratello Marco».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


DIVENTA FAN DI LEGGO



0 commenti presenti

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.


Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui