Nuotare con i delfini da oggi è possibile: il ministero dice sì. La Lav: "Aiutateci a liberarli, non sono felici"
di Remo Sabatini

Nuotare con i delfini da oggi è possibile: il ministero dice sì. La Lav: "Aiutateci a liberarli, non sono felici"

La Befana non deve aver portato consiglio a chi, perlomeno per incarico istituzionale, dovrebbe avere a cuore il benessere e la salvaguardia animale. È fresca di stampa, infatti, la Gazzetta Ufficiale che pubblica il Decreto del 20/12/2017 che, di fatto, promuove l'emozione in acqua con i delfini, a vario titolo e da parte di esterni. Sarà, infatti, "consentito l'ingresso in vasca ai soggetti che partecipano ad attività di educazione e sensibilizzazione del pubblico in materia di conservazione della biodiversita' con i delfini, nell'ambito di specifiche iniziative programmate all'interno delle strutture in possesso della licenza di giardino zoologico che detengono delfini".

Lo stralcio sopracitato, appare chiaro ed il termine "detenzione" lo è ancora di più. È noto, infatti, che animali come delfini e orche, presenti in delfinari di mezzo mondo, soffrono particolarmente la prigionia e lo spazio ridotto di vasche inadeguate che somigliano a tinozze. Gli innumerevoli casi di incidenti con gli addestratori e le ripetute morti degli animali detenuti, stanno a dimostrarlo. In merito, poi, alla tanto sbandierata "delfino-terapia", il mondo scientifico si è più volte pronunciato sottolineando le due sofferenze a confronto. Quella del curatore, imprigionato, e quella dell'ignaro paziente di turno. E, allora, che si tratti di un espediente per far staccare più biglietti a delfinari, acquari (compreso quello di Roma di prossima apertura) e parchi a tema, come già si commenta in Rete? Al momento non è dato saperlo. Quello che è certo è che tutta una serie di nuove consapevolezze sul tema che film-documentari di denuncia, pluripremiati, come The Cove, dove, per la prima volta veniva alzato il sipario sulla caccia, la cattura, la vendita e la morte dei delfini, vanno a farsi benedire. Tanto che, già da un po', qualche struttura italiana, in possesso di regolare licenza, pubblicizza corsi per addestratori dedicati ai bambini. DELFINI COME CANI E GATTI? Sembra proprio di sì. Addestratori per un giorno? Niente di più facile. Emozioni.
"È l'ultimo regalo del Ministro Galletti, ha commentato il presidente della LAV Gianluca Felicetti, il via libera al nuoto con i delfini nei delfinari, una Legge ad dephinarium mascherata da educazione. Qualcosa che, lo stesso Galletti, aveva vietato appena due anni fa!".

La Campagna Nuota Pagliaccio è promossa dalla LAV. Di sicuro impatto, l'immagine che raffigura un delfino truccato da clown. "Aiutateci, recita, a liberare i delfini da acquari, delfinari e parchi gioco". Una richiesta, questa, che da oggi sarà di più difficile attuazione. Come la consapevolezza che, dietro quella maschera, il delfino non sorride mai.
Giovedì 4 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 13:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME