Maturità 2018, tracce prima prova di italiano. Giorgio Bassani l'autore. De Gasperi e Moro tema storico, solitudine, Costituzione e bioetica

Su Leggo.it le tracce della prima prova della Maturità 2018.

SCARICA LE TRACCE DAL MINISTERO

Il grande giorno è arrivato: Maturità 2018 al via con la prima prova. In diretta la prova di italiano: l'autore, le tracce e i temi. Chiamati all'appello oltre 500.000 studenti e studentesse, alle 8.30 è arrivata la chiave telematica per aprire il plico contenente le tracce

Chi è Giorgio Bassani, l'autore scelto per l'Analisi del Testo

- Giorgio Bassani, Il giardino dei Finzi-Contini - La solitudine - La creatività - Masse e propaganda - Il dibattito sullo clonazione - Cooperazione internazionale - Uguaglianza e Costituzione

Maturità 2018, l'ironia sui social

Il primo autore uscito per la tanto temuta Analisi del Testo è Giorgio Bassani con un brano tratto dal suo libro più famoso: Il giardino dei Finzi ContiniLa Cooperazione Internazionale per il tema storico, con De Gasperi e Moro in particolare. Per il saggio artistico letterario scelta I volti della solitudine, poesia di Alda Merini. Le indiscrezioni da Skuola.net sulle altre tracce:  La creatività; le masse e la propaganda; Bioetica: la clonazione; uguaglianza e Costituzione. Il principio dell'uguaglianza nella Costituzione è la traccia di carattere generale.



Saggio breve, ecco le quattro tracce. Ambito Storico-Politico: masse e propaganda (con brani di Giulio Chiodi e Andrea Baravelli). Ambito Artistico-Letterario: la solitudine nell'arte e nella letteratura (con brani di Petrarca, Pirandello, Quasimodo, Merini, Dickinson e immagini di opere di Giovanni Fattori, Munch, Hopper). Ambito Tecnico-Scientifico: il dibattito bioetico sulla clonazione (con un articolo di Elisabetta Intini tratto da Focus.it). Ambito Socio-Economico: la creatività, dote d'immaginare, come risultato di talento e caso.



La notte più insonne passa più in fretta con esperti, ministri e cantanti ​

Il giardino dei Finzi-Contini di Giorgio Bassani fu pubblicato nel 1962 da Einaudi. Il testo scelto per la maturità 2018 è ispirato alla storia vera di Silvio Magrini, presidente della comunità ebraica di Ferrara dal 1930, e della sua famiglia e racconta «gli orrori della persecuzione fascista e razzista, la crudeltà della storia, l'incantesimo dell'infanzia e la felicità del sogno». Nel 1970 da romanzo è stato tratto il film omonimo, diretto da Vittorio De Sica. Rimasta nella città estense dopo la promulgazione delle leggi razziali del 1938, la famiglia Magrini, in seguito all'armistizio dell'Italia con gli Alleati dell'8 settembre 1943 e l'occupazione nazista del Paese, subì il destino di persecuzione di tanti altri ebrei italiani, con la morte di alcuni dei protagonisti ad Auschwitz.
 
 

L'analisi: previsioni rispettate. Previsioni della vigilia quasi tutte rispettate per la prima prova, quella di italiano, che oggi si trovano ad affrontare gli oltre 500 mila maturandi da nord a sud Italia: le persecuzioni razziali ne «Il giardino dei Finzi Contini» capolavoro di Giorgio Bassani, a 80 anni dall' emanazione delle leggi razziali; il principio dell'uguaglianza nella Costituzione italiana, di cui ricorrono i 70 anni; la Cooperazione Internazionale per il tema storico, con un focus sugli statisti Alcide De Gasperi e Aldo Moro, a 40 anni dal rapimento e dall'uccisione dell'esponente della Dc; l'amore e la solitudine della poetessa Alda Merini per la prova di arte; massa e propaganda, anche questo un argomento attualissimo, la la traccia scelta per l'ambito storico-politico. I temi, che sono stati selezionati all'inizio dell'anno dal precedente titolare del Miur, la ministra Valeria Fedeli, sono da mesi al centro del «tototema», le previsioni che vengono formulate in vista della prova di maturità. Gli spunti che erano emersi già da tempo, infatti, con il passare dei giorni hanno preso definitivamente quota. In particolare, la traccia sulla Costituzione, a 70 anni dall'entrata in vigore, per molti maturandi era una quasi certezza anche perchè nell'ultimo anno le scuole, su impulso del ministero dell'Istruzione, hanno parlato tanto della nostra Carta fondamentale. Anche il tema su Aldo Moro e sulle leggi razziali, dati gli anniversari e il dibattito di questi giorni, era in qualche modo atteso da studenti e famiglie. 



La password per accedere alle tracce è stata pubblicata sul sito del Ministero, www.miur.gov.it, e sui profili social.

Le commissioni coinvolte quest'anno sono 12.865, per un totale di 25.606 classi. I candidati iscritti all'Esame sono 509.307, di cui 492.698 interni. Secondo le prime rilevazioni del MIUR, il tasso di ammissione all'Esame è del 96,1%. La seconda prova è in calendario domani, sempre dalle ore 8.30. La terza prova, predisposta da ciascuna commissione, è in calendario lunedì 25 giugno, a partire dalle ore 8.30.
 


La quarta prova, che si effettua nei Licei e negli Istituti tecnici presso i quali sono presenti i progetti di doppio diploma italo-francese Esabac ed Esabac Techno e nei Licei con sezioni ad opzione internazionale spagnola, tedesca e cinese, è programmata per giovedì 28 giugno alle 8.30. I candidati per gli indirizzi di studio Esabac sono 7.688, tutti interni, seguiti da 283 commissioni. Per gli indirizzi di studio Esabac Techno, i candidati sono 327, tutti interni, seguiti da 20 commissioni. 
Mercoledì 20 Giugno 2018 - Ultimo aggiornamento: 21-06-2018 08:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-06-20 11:04:50
fatelo fare alla Fedeli l'esame di maturità
DALLA HOME