Vaccini, caos a Milano e in Lombardia: in Regione proroga contro la scadenza del Comune
di Greta Posca

Vaccini, caos a Milano e in Lombardia: in Regione proroga contro la scadenza del Comune

Caso vaccini, si riparte confusi: da una parte il Comune, con le scuole di sua competenza, le materne, dall'altra la Regione, a cui competono i nido.

Da una parte niente scuola per i bambini che entro l'11 settembre non avranno presentato la documentazione vaccinale obbligatoria (con autocertificazione in cui si dichiara di aver richiesto alla Ats le vaccinazioni obbligatorie non ancora somministrate). Dall'altra una (possibile) proroga di 40 giorni per mettere in regola i figli. In mezzo i genitori, sempre più confusi dopo le dichiarazioni della ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli, che ha parlato di «Lombardia fuorilegge» nel caso la Regione decidesse di confermare la proroga. 

«Sui vaccini obbligatori a scuola noi andiamo avanti per la nostra strada - aveva confermato nei giorni scorsi l'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera - anche se c'è rammarico perché la nostra delibera non potrà essere estesa alle scuole materne di competenza comunale». Secondo la delibera sull'applicazione della legge vaccini, che dovrebbe essere approvata oggi dalla giunta di Palazzo Lombardia, i genitori dovrebbero poter contare su 40 giorni di tempo per mettere in regola i figli non ancora adempienti sulle vaccinazioni obbligatorie. Una via criticata dalle ministre alla Salute e all'Istruzione Beatrice Lorenzin e Valeria Fedeli e che Palazzo Lombardia ha invece difeso come modello adottabile in tutta Italia, in una lettera inviata nei giorni scorsi alle due esponenti di Governo.

Da parte sua il Comune si atterrà alla circolare congiunta diramata venerdì scorso dai due ministeri. E per aiutare le famiglie Palazzo Marino ha realizzato (per nidi e scuole di infanzia) un vademecum alla compilazione dell'autocertificazione. Il link al vademecum è stato pubblicato sulla home page del sito del Comune in diverse lingue.
Per i bambini della scuola dell'obbligo la scadenza di presentazione invece è il 31 ottobre.
Lunedì 4 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 09:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME