Madre e figlia trovate morte in casa: malore per l'uomo che viveva con loro. Ipotesi omicidio

Madre e figlia trovate morte in casa: malore per l'uomo che viveva con loro. Ipotesi omicidio

MONZA - Abiti sporchi di sangue e una scopa anch'essa sporca di sangue, presumibilmente usata per pulire, sono state trovate e sequestrate nell'abitazione di Amalia Villa e Marinella Ronco, madre e figlia di 85 e 52 anni, trovate morte e in avanzato stato di decomposizione, nella loro abitazione di Ornago (Monza), oggi pomeriggio. Il 75 enne Paolo Villa, zio e fratello delle donne, è stato sentito dai carabinieri in ospedale, dove è stato trasportato oggi in seguito a un malore forse dovuto all'abuso di alcol. A quanto si è appreso l'uomo è stato descritto come «assente» negli ultimi giorni, dai conoscenti che lo hanno visto nel bar che frequentava abitualmente.

Oggi pomeriggio, quando l'uomo si è sentito male nel solito bar, un condomino e un suo amico sono andati a casa sua dove viveva con la sorella e la nipote. La porta era chiusa ma non a chiave. I due uomini hanno scoperto i cadaveri delle donne, uno vicino al letto e l'altro appoggiato a una parete, e hanno dato l'allarme. L'omicidio resta l'ipotesi, sia pur con mille cautele, più credibile anche se non vengono escluse altre piste. Rimane piantonato all'ospedale di Vimercate in attesa di eventuali provvedimenti da adottare nei suoi confronti.

Sabato 10 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 11-02-2018 10:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME