Bimba di 10 anni stuprata da due zii resta incinta, il tribunale le nega l'aborto

Bimba di 10 anni stuprata da due zii resta incinta, il tribunale le nega l'aborto

Resta incinta dopo essere stata ripetutamente violentata dagli zii. Una bimba di 10 anni ha vissuto un incubo proprio in casa sua, a Chandigarh, una cittadina dell'India settebtrionale: dopo essere stata stuprata più volte dai suoi familiari ha scoperto di aspettare un bimbo e le è stato vietato l'aborto.


3297645_1635_1454331827_child_abuse.jpg


Come riporta la stampa locale la bimba ha dovuto portare a termine la gravidanza ed è stata costretta a tacere sull'accaduto. Solo dopo il parto è venuta a galla la verità, dopo che i medici si sono insospettiti vista la tenerissima età della bambina. Inizialmente è stato accusato uno zio, ma il test del DNA lo ha scagionato ed è emerso che il piccolo apparteneva ad un altro zio e che la bambina sarebbe stata violentata da entrambe.

Pare che in famiglia sapessero degli abusi ma nessuno ha mai parlato e tutti hanno tenuto nascosto lo stato interessante della poverina fino a quando non aveva superato l'età legale per abortire. Formalmente è stata fatta dalla famiglia una richiesta di aborto oltre i termini consentiti dalla legge che però il tribunale indiano ha rigettato imponendo di portare a termine la gravidanza.
Giovedì 12 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 17:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME