Porta a Porta, stasera la sfida Salvini-Renzi in tv
di Marco Castoro

Porta a Porta, stasera la sfida Salvini-Renzi in tv

Il guanto di sfida, lanciato qualche settimana fa, è stato raccolto. La proposta indecente Bruno Vespa l'ha fatta. Morale della favola stasera a Porta a Porta si sfidano in un duello faccia a faccia Renzi e Salvini. Matteo vs Matteo, una specie di Kramer contro Kramer. Di salsa piccante ce n'è tanta tra i due, l'ultimo pepe sul piatto l'ha messo Renzi chiedendo la cancellazione di Quota 100, la legge sulle pensioni tanta cara a Salvini. I due se ne dicono e continuano a darsene di santa ragione e ora ci vorrà il miglior Vespa per tenerli a bada. Il match è stato presentato come il duello dei duelli, vista la vena tutt'altro che diplomatica dei due protagonisti. E allora via con il cronometro alla mano e fuori i secondi. Il match andrà in onda su Porta a Porta al termine della partita della Nazionale di Mancini. E l'attesa dei telespettatori è più spasmodica per il confronto tra i due Matteo che per la gara degli azzurri, impegnati in un campo non certo proibitivo come quello di Vaduz sul quale affronteranno la cenerentola Liechtenstein.

È da un po' di tempo che sulla Rai non si vedono faccia a faccia tra i big politici. Ormai si preferisce one to one con il conduttore. Un peccato perché i duelli televisivi hanno sempre fatto ascolti. A cominciare dal più visto di sempre, datato 14 marzo 2006. A sfidarsi erano Romano Prodi e Silvio Berlusconi, con Clemente Mimun in versione notaio e la presenza di due direttori come Roberto Napoletano (Il Messaggero) e Marcello Sorgi (editorialista La Stampa). Boom di ascolti per la prima serata di Rai1: 16.129.000 telespettatori e share del 52,13%. Uno score da record per un programma di politica, addirittura ha fatto più spettatori della prima tv del film La Vita è bella (16.080.000). Tre settimane dopo ci fu il secondo confronto che andò bene - stessi artefici e Bruno Vespa come mediatore-notaio al posto di Mimun - ma non come il primo (oltre 12 milioni, 42% di share). Si persero 4 milioni di spettatori. Un altro ascolto boom fu quello di Berlusconi ospite di Servizio pubblico su La7 con Michele Santoro e Marco Travaglio: 8.670.000 spettatori pari a uno share del 33,58% di share. Sbaragliata la concorrenza perfino di Don Matteo su Rai1 e di Pier Luigi Bersani, ospite la stessa sera a Porta a Porta.

riproduzione riservata ®
Martedì 15 Ottobre 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA