Schiaffo di Papa Francesco, Salvini fa la parodia di Bergoglio: «Strattonato da una fan agitata». Zingaretti: «Basta con la brutta politica»

di Ilaria Del Prete
Matteo Salvini senza limiti. Il segretario della Lega ha pubblicato sui suoi social, da Twitter a Facebook passando per Instagram, un video in cui interpreta una sorta di scenetta per riprodure la celebre clip ormai virale in cui Papa Bergoglio, strattonato da una fan insistente, schiaffeggia la sua mano. Salvini non si ferma neanche davanti al Pontefice, e cavalca l'onda dell'ironia come se il Santo Padre fosse un avversario politico qualunque. 

Leggi anche > Salvini imita lo schiaffo del Papa e risponde alle critiche: «Fatevi una risata»
Schiaffo di Papa Francesco, Bergoglio reagisce male con una signora. Il dettaglio notato nel video: la verità sul gesto

 Schiaffo del Papa, ironia su Twitter: «Da Urbi et Orbi a Botte da Orbi il passo è breve»

 
 


Salvini si trova in montagna, su una pista da sci a Bormio, in compagnia della fidanzata Francesca Verdini. Anche lei si presta alla parodia di Papa Francesco interpretando la ormai famosa fedele "molesta". Nei panni di Bergoglio c'è lo stesso Salvini, che viene preso per mano dalla finta fan. Quindi simula rabbia, fa il gesto di reagire con uno schiaffo. Ma poi cambia idea e alla fine, invece di allontanarsi bruscamente come ha fatto il Papa, rivolge una carezza alla finta sostenitrice, per poi allontanarsi divertito. Il post è titolato: «Strattonato da fan agitata», accompagnato da un cuoricino.
 
Ira Zingaretti. «Dal mojito alla grappa. Passano i mesi ma sempre lì stiamo. Inizia un nuovo anno con lo stesso impegno: difendere gli Italiani dalla brutta politica. Lo faremo sempre in prima fila e con passione». Così il segretario del Pd, Nicola Zingaretti commentando il video, postato su Facebook, dal leader della Lega Matteo Salvini che fa una parodia di quanto successo la notte del 31 dicembre a papa Francesco, strattonato da una fedele in piazza San Pietro. 
Ultimo aggiornamento: Giovedì 2 Gennaio 2020, 11:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA