Salvini, bufera per lo spot di Porta a Porta: Rai ammette l'errore e corre ai ripari

Salvini, bufera per lo spot di Porta a Porta: Rai ammette l'errore e corre ai ripari

Non si placano le polemiche in Rai per il collegamento con Bruno Vespa di Matteo Salvini durante il lancio di Porta a Porta nell'intervallo della partita Juve-Roma di Coppa Italia. Pochi istanti in cui il leader della Lega ha "spiegato" perché votare Lega in Emilia Romagna e Calabria. Subito è esplosa l'ira del Pd: «A Salvini è consentito dalla Rai un solitario comizio nell'intervallo della partita in piena campagna elettorale», ha detto Nicola Zingaretti. Viale Mazzini ha ammesso l'errore, annunciando uno spot "riparatore" che andrà in onda stasera durante il primo break pubblicitario della fiction Don Matteo

LEGGI ANCHE Da don Camillo a don Matteo, la nuova campagna elettorale in Emilia Romagna
LEGGI ANCHE Salvini e la citofonata al tunisino, la signora che ha denunciato: «Io qui esco con la pistola»

«Secondo le tradizioni di
Porta a porta” - ha spiegato Bruno Vespa -  ieri e oggi Nicola Zingaretti e Matteo Salvini sono stati nostri ospiti entrambi per 53 minuti. Identico tempo in video e in voce abbiamo dato a Stefano Bonaccini e Lucia Borgonzoni, non trascurando di dar brevemente voce anche alle liste minori. Gli spot con Zingaretti e con Salvini sono andati entrambi in onda nell'intervallo delle partite di Coppa Italia. Per una svista della redazione - di cui mi assumo come sempre la responsabilità - il tempo di parola di Salvini è stato maggiore di quello di Zingaretti (che ha condiviso lo spazio con Giorgia Meloni) e di maggiore impatto politico. Proporrò alla direzione di Raiuno di riequilibrare le posizioni ‪domani sera‬ nello spot di Porta a porta che andrà durante Don Matteo». Domani ha assicurato il conduttore la rete provvederà al riequilibrio.

Il direttore di Rai1, Stefano Coletta, ha deciso per «un immediato atto riparatorio» dopo l'intervento di Matteo Salvini nello spot di Porta a Porta: «Preso atto dell'ammissione di responsabilità da parte di Bruno Vespa» Coletta - informa una nota di Rai1 - «ha accolto la proposta del giornalista di un immediato atto riparatorio al fine di garantire un rigoroso riequilibrio. E ha deciso che durante il primo break della fiction Don Matteo il segretario del Pd Nicola Zingaretti risponderà questa sera al medesimo quesito posto al segretario della Lega nel corso del promo trasmesso ieri in modo che la durata complessiva degli interventi di Zingaretti sia pari a quello di Salvini».

LEGGI ANCHE Salvini, Fabio Volo strigliato da Linus canta in diretta: «Mi viene il vomito»

«Mi sembra che la Rai abbia riconosciuto che è stato fatto un errore, quindi è stata giusta la denuncia». Lo ha detto il segretario del Pd Nicola Zingaretti, a margine di un incontro a un centro sociale a Casalecchio di Reno. Il riferimento è alle polemiche per l'intervento di Matteo Salvini durante l'intervallo di Juventus-Roma, in un'anticipazione di Porta a Porta.


«È una cosa clamorosa. Come lo era anche su Rai3 la sera prima. Il servizio pubblico non ha fatto bene il suo mestiere. Servirebbero sanzioni», commenta Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna e ricandidato al bis al voto del 26 gennaio, intervistato a Circo Massimo su Radio Capital.

Laconico Matteo Salvini, a Modena per un comizio elettorale «Secondo lei io mi occupo degli spot che vanno in onda sulla Rai o dei palinsesti? È sempre colpa di Salvini...», ha detto. 

Ultimo aggiornamento: Venerdì 24 Gennaio 2020, 10:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA