Bettino Craxi, Renzi lo esalta: «Fece riforme pazzesche»
di Mario Ajello

Bettino Craxi, Renzi lo esalta: «Fece riforme pazzesche»

Altra divisione a sinistra tra il Pd e i Renziani. Riguarda Bettino Craxi. I dem a parte Giorgio Gori, sono chiusi nel vecchio anti craxismo, mentre Renzi lo esalta così: “Bettino fece riforme pazzesche”. E uno dei protagonisti della tre giorni della politica italiana ad Hammamet per il ventennale della morte del leader socialista è Davide Faraone. Va alla tomba di Craxi, partecipa alla messa per Craxi, si aggira nei luoghi craxiani in Tunisia insieme a Stefania e a Bobo, i figli di Bettino, e dice: “Se non troviamo il coraggio di guardare gli eventi nella loro completezza, non smetteremo mai di essere il Paese delle mezze verità. Ci mettiamo decenni ad elaborare i lutti, sacrificando spesso la vera analisi politica. Abbiamo fatto la stessa cosa con la figura di Bettino Craxi”.

Pellegrinaggio ad Hammamet: «La storia dà ragione a Craxi»

E ancora il presidente dei senatori di Italia Viva: “La paura di sembrare in qualche modo transigenti con le sue vicende giudiziarie ha impedito di trasmettere al presente anche quello che nei fatti Craxi ha lasciato alla storia del nostro Paese. Penso alla capacità di saper definire una visione sul futuro, sull'Europa, sulla forza stessa che questo Paese poteva esprimere. Chiunque, specialmente chi fa politica, non può permettere che gli inganni delle ricostruzioni ideologiche prendano spazio nel vuoto della razionalità. Io di fronte a questo faccio un passo avanti nel riconoscere un passato che non deve essere dimenticato o mal rappresentato. Non possiamo più fermarci all'istantanea delle monetine: basta restare impalati davanti all'Hotel Raphael. Muoviamoci e sapremo leggere la storia con la giusta distanza. Il passato non è terra straniera”.

Insieme a Bobo Craxi, Faraone mette un fiore sulla tomba di Bettino e poi incalza: “Vogliamo includere nel nostro percorso riformista anche la lezione del leader del Psi. Noi di Italia Viva siamo così. Di fronte alla verità, abbiamo il coraggio di fare passi avanti. E dire che Craxi è stato un grande politico, un gigante di fronte a tanti politici di oggi, significa essere qui , oggi”. Nel luogo dove il Pd non c’è, almeno ufficialmente, perché Craxi per i nemici di ieri resta, nella memoria, ancora un nemico.

Ultimo aggiornamento: Sabato 18 Gennaio 2020, 09:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA