Il viceministro Mauri: attacco allo Stato La sindaca Raggi: solidarietà a Lamorgese

Tom Abram
La notizia del pacco bomba indirizzato al Viminale ha destato numerose reazioni nel mondo politico, che si è ritrovato concorde nel condannare la gravità e la pericolosità del gesto.
Il viceministro dell'Interno, Matteo Mauri, ha espresso molta preoccupazione: «Nel Paese c'è un clima eversivo preoccupante, soprattutto legato all'eversione di destra, anche se non sappiamo chi ha inviato il pacco». E aggiunge: «Se non fosse stato intercettato, ci sarebbe stata una bomba dentro il cuore dello Stato: non stiamo scherzando».
La sindaca di Roma Virginia Raggi ha espresso la propria vicinanza su Twitter: «Solidarietà al Ministro dell'Interno Luciana Lamorgese. Il pacco bomba destinato al Viminale è un episodio inquietante. Si faccia subito chiarezza. Le istituzioni sono unite e non si lasciano intimidire».
Dal Pd il deputato Emanuele Fiano ha commentato: «C'è qualcuno che vuole far salire la tensione, e dunque il grado di attenzione deve essere alto, anche se non ci sono dubbi sul fatto che le nostre istituzioni democratiche sono più forti di chi vuole alimentare questo clima. Grazie agli artificieri della Polizia di Stato, che hanno disinnescato il pacco bomba diretto al Viminale. Questo segnale di inasprimento di atti violenti contro le nostre istituzioni democratiche desta comunque grande preoccupazione».
Davide Bordoni (Forza Italia) ha lanciato invece un appello per «più unità a supporto degli sforzi enormi che stanno compiendo i nostri operatori di Polizia a garanzia dei cittadini» sottolineando poi «l'importanza decisiva della collaborazione fra governo, forze di polizia e magistratura, e, dall'altro, l'estrema pericolosità nella nostra città della possibile recrudescenza di infiltrazioni con finalità eversive».

Venerdì 6 Dicembre 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA