Facoltà di ingegneria del mare: è boom di iscritti
di Lorena Loiacono

Ostia, facoltà di ingegneria del mare: è boom di iscritti

L'università di Ostia apre oggi i battenti: di fronte alla spiaggia si studierà ingegneria del mare. Simbolo della lotta alla malavita e al degrado: Nasce con questo obiettivo, infatti, l'idea di un polo universitario ad Ostia, realizzato in tempi record: appena 10 mesi. Tanto è passato dal giorno in cui il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, all'indomani della tristemente celebre testata di Roberto Spada ad un giornalista, lanciò la proposta di portare l'università sul litorale come simbolo di riqualificazione.

La proposta venne colta dal rettore dell'università di Roma Tre, Luca Pietromarchi, ed oggi il polo viene inaugurato. Il taglio del nastro aprirà le porte della nuova sede della facoltà di ingegneria, che ospita il nuovissimo corso di studi di Ingegneria delle tecnologie per il mare e del polo universitario di Ostia: aule e laboratori presso l'ex Enalc Hotel, riqualificato dopo anni di abbandono, degrado e occupazioni abusive. Il corso di ingegneria del mare, unico in Italia, ha già 101 iscritti.

«Una risposta fortissima e insperata spiega il rettore Pietromarchi avevamo stimato per il primo anno una cinquantina di iscritti. Sono il doppio. Siamo quindi molto soddisfatti di questo progetto. Ci abbiamo fortemente creduto, fin dal primo giorno, ed oggi siamo pronti a partire con le lezioni: formiamo giovani studenti esperti in energia rinnovabile di origine marina, come le onde, le correnti o i venti». L'attività didattica del corso di ingegneria del mare parte infatti dalla preparazione di base nel campo dell'ingegneria industriale e la applica alle inediti soluzioni in ambiente marino dal punto di vista delle tecnologie industriali per lo sfruttamento delle risorse energetiche rinnovabili come l'energia eolica e fotovoltaica, l'energia del moto ondoso e delle correnti marine.
La sede di ingegneria e tecnologia del mare si trova in via Bernardino da Monticastro, all'altezza dello storico stabilimento Kursaal: si tratta dell'ex Enalc Hotel su cui la Regione ha avviato un importante intervento di riqualificazione con uno studentato da 50 posti posti intitolato a Giulio Regeni. Il corso si avvale della collaborazione del Cnr e dell'Agenzia spaziale italiana. Si parte oggi, quindi, per le 101 matricole con le lezioni di analisi matematica, chimica ed informatica.

riproduzione riservata ®
Lunedì 1 Ottobre 2018 - Ultimo aggiornamento: 10:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
DALLA HOME