Gallagher si sfoga su Instagram dopo l'arresto: «Calunnie, non ho bisogno di rubare un telefonino»

«Il sottoscritto Gabriele Magi, noto come Gallagher, in relazione agli articoli comparsi in data odierna sulle principali testate giornalistiche, intende chiarire come la ricostruzione narrata sia frutto unicamente delle dichiarazioni rese dai denuncianti. Si rappresenta inoltre, che si tratta di dichiarazioni infamanti e mi riservo sin d’ora, d’intesa con il mio legale, di agire giudizialmente nei confronti di chiunque abbia rappresentato una realtà difforme dal vero e quindi diffamatoria del mio onore, tanto personale quanto professionale». Questo il messaggio apparso tra le storie di Instagram di Gallagher, uno dei due rapper arrestati stamattina per rapina e aggressione avvenute a Roma, in zona Termini, lo scorso 23 febbraio.

Gallagher e Traffik, chi sono i rapper che hanno rapinato i fan. I video su Youtube con migliaia di visualizzazioni
 
 
 
Il rapper, che si trova agli arresti domiciliari, ha continuato a sfogarsi su Instagram sostenendo di essere stato calunniato e di non aver bisogno di rubare un telefono. Poi ringrazia i suoi fan per il sostegno e assicura che tornerà presto, e che i reati non fanno più parte della sua vita. 

 

Tra le storie di Traffik, Gianmarco Fagà, è ricostruita l'aggressione a un impiegato di Burger King. Il rapper sottolinea anche di non temere la giustizia e di avere due ottimi avvocati. 

«Volevo spiegare che il gesto che ho fatto a Burger King è perché il ragazzo filippino che lavora all'interno faceva tanto il simpatico. Io sono tornato, nessuno fa il simpatico. Perché se non è oggi è domani, io so dove lavori, ti metto dentro la friggitrice. Non è che vado a disturbare chi lavora. Io sono tornato e gli ho tirato un vassoio in faccia. Più di un anno che non faccio reati, non temo nulla. Ho un avvocato che è una spada e un altro che è ancora meglio».
Sabato 23 Marzo 2019, 14:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA