Gianluigi De Palo risponde su Leggo: «Esci da sola? Non sono pronto»
di Gianluigi De Palo

Gianluigi De Palo risponde su Leggo: «Esci da sola? Non sono pronto»

E poi quel momento arriva. «Papà, posso andare a fare una passeggiata con Flavio?» Silenzio. «Siamo qui nel quartiere.» Silenzio. «Papà, mi hai sentito?» Sì, ma vorrei non averti sentito, figlio mio. Mi cresci davanti e io impazzisco. Sì, ti ho sentito. Purtroppo. Ma proprio oggi mi devi chiedere questo? Domani, dai Domani è meglio di oggi. Dammi ancora un giorno per abituarmi al fatto che non sei più quel frugolino carnoso e profumato che mi ha fatto diventare padre. Queste domande vanno preparate, mica si fanno così A me la storia del rischio educativo mica mi ha mai convinto del tutto. Ma come si fa a correre il pericolo di lasciarti cadere, di accettare il tuo dolore? Come faccio a non intervenire quando potrebbe succederti qualcosa di brutto? Come faccio a starmene fermo quando il mondo è pronto a farti del male? Il mondo, amore mio, mica è tutto rose e fiori. Il mondo non è mica tutto color pastello. Il mondo è tosto. Il male esiste. La sofferenza è dietro l'angolo. Ma perché ci dobbiamo rovinare la giornata con preoccupazioni inutili? Stiamo calmi Mamma che dice?

occhidipadre@leggo.it
Ultimo aggiornamento: Giovedì 12 Dicembre 2019, 19:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA