Venezia, le punta contro la siringa: ragazza rapinata in centro

Venezia, le punta contro la siringa: ragazza rapinata in centro

VENEZIA - Polizia in sestiere San Polo per la segnalazione di una rapina in strada ai danni di una donna. I poliziotti hanno raggiunto la vittima che in quel momento si trovava in compagnia di una coppia di turisti che si era fermata a prestarle soccorso. Agli agenti la giovane, italiana di 20 anni, ha raccontato che poco prima, mentre camminava in zona Campo Sant’Aponal, era stata avvicinata da un ragazzo, alto 1,75 m con capelli scuri e ricci che indossava un piumino marrone, il quale, brandendo una siringa le intimava di consegnargli tutti i soldi in suo possesso. La ragazza, senza opporre resistenza, gli ha consegnato il portafogli dal quale l’uomo ha preso la somma di 40 euro per poi darsi precipitosamente alla fuga in direzione del Ponte di Rialto.

La coppia che aveva prestato soccorso alla giovane ha raccontato di essersi imbattuta poco prima in un uomo che corrispondeva alla descrizione, che correva nella loro direzione rischiando di travolgerli.

I poliziotti pertanto hanno iniziato le ricerche del responsabile della rapina nella zona e alle 01.50 lo hanno individuato in Calle delle Rose a Santa Croce. Il giovane è stato riconosciuto dalla vittima e dalla coppia di turisti e accompagnato presso gli uffici della Questura per gli accertamenti del caso. Identificato per C.G. ventinovenne di Venezia con numerosi precedenti di polizia, agli agenti ha raccontato di aver perpetrato la rapina ai danni della ragazza poiché, poco prima, aveva acquistato della sostanza stupefacente da dei soggetti di origine tunisina che si trovavano in Campo San Polo senza di fatto pagarli, quindi, vistosi costretto a ottemperare al suo debito, ha deciso di rapinare la donna. Avvisata l’Autorità Giudiziaria l’uomo veniva denunciato in stato di libertà per il reato di rapina.
Ultimo aggiornamento: 15:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA