Mugello, bambino di un anno ucciso dal padre a coltellate. Salva la figlia di 7 anni: la mamma le ha fatto scudo con il corpo

  • 1,9 mila
    share
Un bambino di un anno è morto, ucciso a coltellate dal padre a Sant'Agata, frazione del comune di Scarperia, nel Mugello, in provincia di Firenze. Michele è stato accoltellato dal padre Niccolò Patriarchi, di 34 anni, durante una lite familiare con la compagna, che è rimasta ferita. Nella lite Patriarchi avrebbe cercato di uccidere anche l'altra figlia, una bambina di sette anni alla quale la madre ha fatto scudo col proprio corpo.  

Guardia giurata uccide la moglie di 30 anni e si suicida
Medico pulisce seppie in ospedale: scoperto e licenziato




Secondo le prime informazioni il piccolo sarebbe stato colpito dal padre quasi certamente con un coltello o comunque con un'arma da taglio, nel corso di una lite con la convivente, 30 anni, anche lei ferita alla testa e agli arti. L'uomo è stato trovato sul posto in stato di choc e subito fermato dai carabinieri arrivati sul posto, una frazione di Scarperia. L'allarme sarebbe stato dato dalla nonna del piccolo intorno alle 20. Il bimbo. Sia l'uomo, di professione programmatore informatico, sia la convivente sono già conosciuti alle forze dell'ordine. La 30enne è stata trasportata al pronto soccorso dell'ospedale di Borgo San Lorenzo, ma non sarebbe in pericolo di vita. 

 
 


Nell'abitazione dov'è stato ucciso il piccolo Michele, era presente anche l'altra figlia della coppia. Secondo quanto appreso, anche se alla ricostruzione stanno lavorando i carabinieri e il pm di turno Fabio Di Vizio, l'uomo avrebbe ucciso il piccolo di Michele di un anno al culmine di una lite con la convivente e poi avrebbe cercato di colpire anche l'altra figlia di 7 anni. La bimba sarebbe stata salvata dalla madre che si è frapposta  ed è rimasta ferita proprio per proteggerla. 

La bambina, secondo quanto riferito dai carabinieri, non ha riportato ferite. Sul posto, completamente isolato dai militari, sta arrivando la Sezione scientifica del Comando provinciale dei carabinieri di Firenze per il sopralluogo.

Venerdì 14 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 15-09-2018 18:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-09-16 03:38:42
Un altro mostro libero di vivere.
2018-09-15 09:13:34
Adesso salterà fuori che era drogato ed allora super sconto sconto di pena ed attenuanti !
2018-09-15 08:03:20
Questo maledetto sicuramente nn sconterà nessuna pena xche’lo Scagioneranno dicendo che nn era in grado di intendere e di volere..riposa in Pace piccolo innocente.
DALLA HOME