Moglie 'Mantide' metteva farmaci e sostanze vietate nel cibo del marito: «Voleva ucciderlo». Incastrata dai video

Moglie 'Mantide' metteva farmaci e sostanze vietate nel cibo del marito: «Voleva ucciderlo». Incastrata dai video

I carabinieri del Nas, il Nucleo antisofisticazioni, di Alessandria hanno sottoposto a fermo una donna sorpresa nel momento in cui somministrava farmaci e altre sostanze vietate nei cibi e nelle bevande del marito. La donna, 49 anni di Bra (Cuneo), nascondeva le sostanze in modo da non destare sospetti né nel coniuge né nel personale ospedaliero. Il provvedimento di fermo nei suoi confronti è scattato il 28 dicembre scorso a seguito di indagini coordinate dalla procura di Asti. Ulteriori particolari sulla vicenda saranno resi noti oggi in una conferenza stampa prevista alle 10 presso il comando provincia del carabinieri di Cuneo.

Le indagini del Nas, agli ordini del tenente colonnello Biagio Carillo, sono scattate quando i sanitari dell'ospedale di Bra (Cuneo) si sono accorti dei valori del sangue del paziente, non a norma rispetto alla cura somministrata. «Nel giro di poche ore abbiamo spedito le provette a Pavia e gli esami hanno evidenziato la presenza nel sangue di antiglicemici e anticoagulanti», spiega il colonnello Carillo. La donna è stata trovata in possesso dei medicinali incriminati e, quindi, arrestata. Le indagini proseguono ora per stabilire il movente che ha spinto la donna a tentare di uccidere il marito.
© RIPRODUZIONE RISERVATA