Lancia figlia dal viadotto e si suicida, il cognato: «Era una famiglia normalissima»

Lancia figlia dal viadotto e si suicida, il cognato: «Era una famiglia normalissima»

PESCARA - «Mia sorella Marina era regolarmente sposata con rito civile con Fausto Filippone. Mia nipote Ludovica era figlia legittima della coppia. Una famiglia normalissima, sana e di buoni principi!». Così il dottore Francesco Angrilli, fratello di Marina, di 51 anni, morta ieri mattina dopo essere precipitata da un appartamento a Chieti, e moglie di Fausto Filippone, 49 anni, dirigente della Brioni che si è suicidato ieri sera gettandosi dal viadotto Alento della A/14, a poche ore di distanza dalla figlia di dieci anni, Ludovica, gettata dall'uomo nel vuoto. «Il dottor Francesco Angrilli, pur chiuso nel suo dolore - si legge in una nota di Alter News Press - viste alcune notizie di stampa, sta valutando l'affidamento di un incarico ad un legale, con azioni a tutela dell'immagine familiare».
Lunedì 21 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 11:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME