Ministero dell’Interno, Inps e Poligrafico per la semplificazione dei servizi a milioni di cittadini

Ministero dell’Interno, Inps e Poligrafico per la semplificazione dei servizi a milioni di cittadini

Accedere ai servizi per i lavoratori, utilizzare il Portale dei Pagamenti, verificare la propria posizione contributiva o previdenziale, consultare il cedolino della pensione: questi sono solo alcuni dei servizi online dell’INPS accessibili da oggi, grazie alla collaborazione tra l’INPS e il Poligrafico e Zecca dello Stato, ai milioni di cittadini italiani, già in possesso della Carta d’Identità Elettronica 3.0, il documento rilasciato dal Ministero dell’Interno e prodotto dal Poligrafico.

Leggi anche > Collezione Numismatica 2020, Marco Aurelio, Raffaello, la pizza e i Vigili del Fuoco: le monete celebrano l'eccellenza italiana

«E’ un importante sviluppo di nuove utilità per tutti i cittadini italiani in possesso dell’innovativo documento d’identità, realizzato con grande impegno dal Poligrafico nostro partner, che potranno così usufruire delle prestazioni disponibili in rete con il massimo livello di sicurezza», afferma Luciana Lamorgese, Ministro dell’Interno.
 
«La nostra azienda è orgogliosa di dare il proprio contributo alla digitalizzazione della Pubblica Amministrazione», ha commentato così Paolo Aielli, Amministratore Delegato del Poligrafico e Zecca dello Stato Spa, e ha continuato: «Con la Carta d’Identità Elettronica il Poligrafico e Zecca dello Stato rappresenta l’avanguardia europea, garantendo interconnessione e massima tutela dei dati personali, grazie alle tecnologie in uso che consentono la realizzazione di un documento tanto innovativo quanto sicuro».

«Con la CIE» ha dichiarato il Presidente dell’Inps Pasquale Tridico «vengono ad ampliarsi le modalità attraverso cui il cittadino può accedere, tramite l’apposita area MyINPS, ai servizi online dell’Istituto. Mi fa piacere ricordare che INPS è stata la prima amministrazione a consentire l’accesso con SPID ed è tra le prime a consentire l’accesso con la CIE, strumento innovativo con grandi potenzialità».
 
Ultimo aggiornamento: Venerdì 24 Gennaio 2020, 20:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA