Trovato un cadavere in spiaggia: i parenti di Valentina Trolese, sparita da un mese, riconoscono i vestiti

Cadavere in spiaggia: i parenti di Valentina Trolese, scomparsa da un mese, riconoscono i vestiti

I familiari di Valentina Trolese, la 63enne scomparsa da un mese da Campolongo Maggiore (Venezia), hanno riconosciuto i vestiti su un cadavere, privo di documenti e in avanzato stato di decomposizione, rinvenuto ieri sulla spiaggia di Albarella (Rovigo).

Leggi anche > Si ferma sul ciglio della strada per soccorrere un cane: veterinaria travolta e uccisa​



La donna era scomparsa dallo scorso 19 ottobre e i suoi familiari, che ne avevano denunciato la scomparsa anche a Chi l'ha visto?, hanno riconosciuto gli abiti indossati dalla 63enne. Si attende ora che la Procura di Rovigo disponga il test del dna, assolutamente necessario per il riconoscimento definitivo del cadavere.

La prova del dna servirà anche per escludere il sospetto che il cadavere sia quello di Samira El Attar, 43enne di origini marocchine residente a Stanghella (Padova) e scomparsa nel nulla la mattina del 21 ottobre scorso, dopo aver accompagnato la figlia all'asilo.
Lunedì 18 Novembre 2019, 20:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA