Sfregiato dal branco a 16 anni pubblica la foto su Fb: «Perché non capiti a nessun altro»
di Giuseppe Crimaldi

Napoli, sfregiato dal branco pubblica la foto su Fb: «Perché non capiti a nessun altro»

Ha trovato il coraggio di farlo, mostrandosi pubblicamente con due foto che meglio di tante parole descrivono la violenza, la crudeltà e anche l'orrore di chi esce con pistole, coltelli e tirapugni in tasca. Ad aiutarlo, a convincere che quella era davvero la cosa giusta, però, è stata la mamma di Emanuele, che a 16 anni ha rischiato grosso, scoprendo sulla propria pelle la violenza che i ragazzini del «branco» riescono a scatenare.

Emanuele A. ha postato sulla pagina del proprio profilo Facebook il male che due giovanissimi delinquenti gli hanno fatto due giorni fa: le foto che lo ritraggono ancora sanguinante sul lettino del pronto soccorso parlano da sole. Non serve altro commento, di fronte a quella ferita marcata nelle carni del volto: con la guancia sinistra sfregiata da un profondo taglio per rimarginare il quale poi, in ospedale, sono stati necessari ben quattro punti di sutura.

Lunedì 21 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 13:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME