Spyce, il ristorante del futuro è già nel presente: gli chef sono robot Video
di Simone Pierini

Spyce, il ristorante del futuro è già nel presente: gli chef sono robot Video

Il futuro è adesso. A Boston sono arrivati gli chef robot, veri e propri cuochi che non indossano divisa e cappello. Non sono umani ma frutto di una tecnologia avanzata che gli permette di cucinare qualunque tipo di pietanza. 



Non ne saranno certamente felici i vari Cracco, Barbieri e Cannavacciuolo, che temono di essere sostituiti ai fornelli da delle macchine. I clienti infatti non dovranno fare altro che scegliere gli ingredienti del piatto che il robot inizierà a cucinarli. 



Questo «tecno» fast food ha aperto a Boston e si chiama Spyce. Al posto del personale in cucina ci sono dei mecha-wok, così come vengono chiamati, che utilizzano l'induzione magnetica per riscaldare il cibo e si sciacquano automaticamente dopo aver preparato ogni ordine. 
 


In realtà non sono ancora autonomi. Al loro fianco ci sono delle persone che preparano gli ingredienti e li tritano prima di metterli a disposizione dei macchinari. Il tutto sotto il controllo dello chef stellato Michelin Daniel Boulud, responsabile della cucina. Il co-fondatore è Brady Knight del locale.
 

Ultimo aggiornamento: Domenica 20 Maggio 2018, 15:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA