Fidanzata porta la droga al compagno ricoverato in clinica, lui muore dopo poche ore
di Alessia Strinati

Fidanzata porta la droga al compagno ricoverato in clinica, lui muore dopo poche ore

Porta la droga al suo fidanzato e lui muore poco dopo. Victoria Bateman, 28enne inglese, ha dichiarato di essere stataa tormentata dal suo compagno, Samuel Buckley, affinché gli portasse la droga Spice. Le avrebbe ceduto alle insistenti richieste e poco dopo l'uomo sarebbe morto, a causa della sostanza stupefacente.

Nonni lasciano il caricabatterie del telefono attaccato, nipotina di 2 anni muore folgorata



I fatti rialgono al 2018, quando Buckley era ricoverato presso l'Humber Centre for Forensic Psychiatry. Il giorno dopo il ragazzo ha avuto un attacco cardiaco, è stato ricoverato con urgenza, ma per lui non c'è stato nulla da fare. In questi giorni la sua compagna è finita a processo dopo che la polizia ha scoperto che era riuscita a introdurre droga nel centro. La 28enne ha ammesso di averlo fatto perché esasperata dal compagno: «Ho ordinato la droga online e gliel'ho portata» ha confessato, come riporta Metro.

La donna, inizialmente ritenuta colpevole di omicidio colposo, è stata condannata a 2 anni di ordine comunitario in cui dovrà svolgere 80 ore di lavori socialmente utili non retribuiti. 
Venerdì 24 Maggio 2019, 20:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA