Il fidanzato le uccide il figlio di 6 anni: lei assiste impassibile e va al bagno a truccarsi
di Alessia Strinati

Il fidanzato le uccide il figlio di 6 anni: lei assiste impassibile e va al bagno a truccarsi

È rimasta in piedi a guardare il fidanzato che picchiava suo figlio. Rysheim Smith, 49 anni, è stato dichiarato colpevole della brutale uccisione di Zymere Perkins il 26 settembre 2016 a New York, ma la madre è stata coinvolta nel caso. Secondo gli inquirenti, infatti, la donna non solo avrebbe assistito alle violenze senza intervenire, ma subito dopo si sarebbe messa a fare le sue cose.

Leggi anche > Mamma lascia le figlie di 1 e 2 anni nella vasca da bagno per fumare: la più piccola affoga



Dopo aver visto il compagno picchiare il suo bambino di 6 anni, la donna sarebbe tornata in bagno, per finire di truccarsi. Pare che l'uomo abbia malmenato il piccolo con un manico di scopa, costringendolo poi a fare una doccia gelata, e poi facendolo svenire con un pugno, tutto sotto gli occhi della mamma. Zymere avrebbe defecato in salotto e il suo patrigno è andato su tutte le furie, scatenando la sua ira sul bimbo.

Quando il bambino ha perso i sensi è stato portato in ospedale dove però i medici non hanno potuto fare altro che dichiarare il decesso, come riporta anche Metro. Zymere, secondo i dottori che hanno effettuato l'autopsia, aveva più di 30 fratture costali e pesava 35 chili, il peso di un bambino di quattro anni medio, che significa che era gravemente denutrito, aveva il corpo pieno di lividi e graffi.
Ultimo aggiornamento: Venerdì 17 Gennaio 2020, 19:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA