In Slovenia tra draghi, orsi, birra e architettura
di Veronivca Timperi

In Slovenia tra draghi, orsi, birra e architettura


Ad un passo dall'Italia c'è il cuore verde d'Europa, la Slovenia, che è uno dei paesi più ricchi di biodiversità del mondo, con quasi il 60% del territorio coperto di foreste incontaminate. Vanta oltre 24.000 specie di animali, tra cui circa 600 esemplari di orso bruno, una delle più grandi popolazioni in Europa. La capitale, Lubiana, è un gioiello sospeso tra antico e moderno. La città ha dedicato il 2017 al suo cittadino più illustre, Joze Plecnik, il più grande architetto sloveno ed uno dei più importanti pionieri dell'architettura moderna al mondo. Il suo lavoro creativo ha segnato profondamente l’aspetto della città e anche quello di Vienna e Praga. Ciò che lui ha creato a Lubiana l'ha resa tra le opere d'arte più originali e complete del XX secolo. Oltre alla capitale merita una visita Bled, unica isola del territorio sloveno, famosa per la chiesetta che si raggiunge con 99 scalini. E’ qui che si trova la celebre Campana dei Desideri. Ma anche Maribor, la seconda città slovena, dove cresce la vite più longeva al mondo, risalente a più di 400 anni fa. Una pianta unica, per la quale è stato creato un museo, la Casa della Vecchia Vite. La Slovenia è famosa anche per le grotte. Ce ne sono oltre settemila ed ognuna ha caratteristiche differenti, oltre al fatto che in esse vivono oltre 150 specie animali. Tra queste c'è il Proteo, l'unico vertebrato europeo che vive esclusivamente nel mondo sotterraneo, chiamato il Drago del Carso, per l'aspetto simile ad un piccolo Drago, che vive nelle Grotte di Postumia, di grande richiamo per i turisti.  Diverse sono quelle di San Canziano, primo sito Unesco, che hanno sale enormi è una gola sotterranea. Si articolano in undici stanze collegate le une alle altre, con doline, ponti naturali ed inghiottitoi. Al loro interno si rimane incantati a guardare stalattiti e stalagmiti variopinte e dalle meravigliose forme. La Slovenia, inoltre, è uno dei paesi più ricchi d'acqua in Europa. Oltre al fiume Isonzo, il fiume color smeraldo, è ricca di acque sotterranee, molte delle quali navigabili grazie proprio alle grotte carsiche, ma anche di sorgenti termali e minerali che danno luogo alla ventina di stazioni termali sparse nel paese. A nord est della capitale, c'è una zona intorno a azalea, famosa al mondo per le piantagioni di luppolo, ma anche perché qui è stata inaugurata la Pivska Fontana, ovvero la prima fontana pubblica di birra in Europa che distribuisce birra ai passanti grazie ai suoi 5 rubinetti. Per attivarla bisogna dotarsi di un boccale con microchip, al costo di 6 euro. Una tappa obbligata per gli appassionati di questa bevanda. Ai confini con l'Italia e con la bellissima Trieste, c'è Lipica, conosciuta per essere il regno della razza equina lipizzana, la più pregiata al mondo.  Si tratta della più antica scuderia europea, con una storia di oltre 400 anni legata a quella della corte asburgica. Un paese, la Slovenia, che se sebbene piccolo, racchiude gioielli di ogni tipo, dalla natura all'arte. 
Lunedì 2 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 23:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME