Seguici su Facebook Seguici su Facebook     Giovedì 23 Marzo 2017 | | Oroscopo |
TRENDING TOPICS

Scrivi "Vesuvio" sull'iPhone e compare "lavali col fuoco", la rabbia dei napoletani

COMMENTA
Scrivi "Vesuvio" sull'iPhone e compare "lavali col fuoco", la rabbia dei napoletani

Mercoledì 11 Gennaio 2017, 19:59

Un errore nell'algoritmo, sicuramente una gaffe. Da qualche tempo i possessori di iPhone hanno notato che digitando sul proprio telefono per inviare un messaggio la parola "Vesuvio", tra i suggerimenti della tastiera predittiva dello smartphone compare la parola "lavali", successivamente appaiono "col" e "fuoco". 
 
Nessun riferimento, dunque alla città o alla sua natura di cratere e vulcano, ma solo a uno slogan molto conosciuto ma altrettanto offensivo nei confronti degli abitanti della città di Napoli. La scoperta è di Radio Kiss Kiss Napoli, che ha lanciato l'hashtag #AppleVesuvio su Twitter per denunciare l'errore e chiedere alla Apple correggere l'errore, ma ovviamente le persone che si sono indignate per questa gaffe sono molte, napoletani e non solo. Sui social sono molte le persone, alcuni anche vip, che si sono indignati e tra il serio e l'ironico, come chi suggerisce un immediato passaggio a Samsung,e intanto la notizia ha fatto ben presto il giro della rete diventando un vero caso.  In realtà però va detto che la colpa non è di Cupertino. La tastiera predittiva viene infatti regolata da un algoritmo che apprende le parole più usate dal possessore dello smartphone studiando quanto scrive su Messenger, WhatsApp o su qualunque altro tipo di chat. Le espressioni usate con maggiore frequenza vengono quindi riportate tra i suggerimenti dopo che viene digitata una parola, che si tratti di iOS o di Androi, il procedimento è esattamente lo stesso. La "colpa" dunque è dei possessori di iPhone che, a quanto pare, usano spesso questa espressione. La decisione finale spetta a Cupertino, accoglierà o meno la richiesta degli speaker radiofonici di modificare l'algoritmo?

© RIPRODUZIONE RISERVATA


DIVENTA FAN DI LEGGO



PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 di 0 commenti presenti