David Zard, da Giulia Luzi a Gianna Nannini il mondo dello spettacolo piange il re dello showbiz

David Zard, da Giulia Luzi a Gianna Nannini il mondo dello spettacolo piange il re dello showbiz

Il mondo dello spettacolo piange David Zard, leggenda dello showbiz che portò in Italia i grandi del rock. Tutti hanno un ricordo da condividere e un ringraziamento da esprimere. «Mi piace ricordarti con l’espressione di quando durante la mia prima audizione di R&G - scrive Giulia Luzi, protagonista del musical Romeo&Giulietta, Ama e cambia il mondo - mi dicesti con quel sorrisetto furbo “ma non è che se ti prendo poi mi abbandoni per fare le fiction?! David, eri un grande. E mi riferisco soprattutto alla tua umanità. Gentile, sincero, schietto, ironico, acuto, rassicurante. E come tale oggi lasci un grande vuoto».

«David - le fa eco Gianna Nannini - ha sempre creduto nello spettacolo come forma di amore, scambio delle culture. Si e' vero e ha portato dei grandi a cominciare da Elton John, M. Jackson, i Pink Floyd, i Rolling Stones, ma la sua grandezza l’ha fatta credendo nella musica Italiana e Mediterranea a cominciare da Branduardi per andare al Banco del Mutuo Soccorso, Baglioni e a me. Ha creduto solo lui nell' importanza del melodramma italiano, e ha inventato l' Opera contemporanea " non musical" facendo di Notre Dame de Paris di Cocciante un successo senza uguali e dando inizio a una nuova epoca per la nostra musica». 

Su Twitter arriva anche il ricordo di Rudy Zerbi: «Devo a te la prima volta in cui ho visto Michael Jackson dal vivo a Torino nel 1988. Da lì, tante avventure musicali vissute insieme. Grazie per avermi insegnato che i sogni si possono far diventare realtà». 
Sabato 27 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 16:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME