Fabrique du Cinéma presenta il nuovo numero: all'evento Giovanni Veronesi

Fabrique du Cinéma presenta il nuovo numero: all'evento Giovanni Veronesi

Giunta al quinto anno Fabrique du Cinéma, la rivista dedicata al nuovo cinema italiano, presenta il suo nuovo numero, il diciassettesimo, con un grande evento all’Ex-Dogana di Roma. Un momento di incontro per gli addetti ai lavori del cinema e per chi, ancora giovane, il cinema sogna di farlo. 

Ospite d’eccezione Giovanni Veronesi con il suo nuovo film “Non è un paese per giovani” prodotto da Paco Cinematografica e in sala dal 23 marzo. Un film con un cast tutto giovanissimo: Filippo Scicchitano, Sara Serraiocco e Giovanni Anzaldo.
In apertura alle ore 19.30 ci sarà la Tavola Rotonda “Morte di una web serie - Trasmigrazioni e mutazioni di un genere e dei suoi talent” per capire come oggi il grande e il piccolo schermo attinga dal web creando nuovi prodotti e protagonisti. Intervengono Valerio Bergesio ideatore della serie 140 secondi e regista di Complimenti per la connessione, Luigi di Capua membro dei The Pills e sceneggiatore di Smetto quando voglio Master Class, Andrea di Maria socio di Casa Surace e attore cinematografico, Janet De Nardis direttrice artistica del Roma Web Fest, Lorenzo Tiberia e Leonardo Bocci del duo Actual. Modera Gianmaria Tammaro giornalista ed esperto di serie TV.

L’evento realizzato in collaborazione con Ex-Dogana e Rock n Yolk, sarà ricco di contenuti e ospiti. Dopo la Tavola rotonda alle 19.30, la serata proseguirà con il concerto de La Pingra che presentano il loro ultimo lavoro. A seguire la presentazione del nuovo numero della rivista e il concerto dei Lapelle. E ancora le esposizioni di Matteo Casilli, Elena Pizzichelli, Anna Laura Di Luggo e Camilla Cattabriga, e il concerto della live band ComeMammaMhaFatto. Da mezzanotte nella sala grande, ospite illustre il guru dell’elettronica e del clubbing internazionale Craig Richards, per un finale di serata tutto da ballare.

In questa giornata Fabrique du Cinéma celebra anche la sua collaborazione con Intersos realtà in prima fila per portare aiuto alle vittime di guerre, violenze e disastri naturali.


IL PROGRAMMA

19.00    Apertura Area espositiva

19.30    Tavola rotonda “Morte di una web serie”

20.30    Djset SAN DIEGO e Aperitivo

21.30    Concerto live LA PINGRA

22.30    Presentazione Nuovo Numero Fabrique du Cinéma

23.00    Concerto live LAPELLE

23.30    Concerto live COMEMAMMAMHAFATTO

24.00    Dj set CRAIG RICHARDS (sala 2)

FABRIQUE DU CINÉMA NUMERO DI PRIMAVERA. In questo numero: “più veloce del vento” Matilda de Angelis conquista la nostra copertina; un posto d’onore anche per l’Opera Prima La ragazza del mondo di Marco Danieli, per il regista del futuro Daniele Barbiero e per Fabio Mollo, che conferma il suo talento. Focus sulla nuova e stupefacente fantascienza italiana, sul mestiere di colorist, sul documentario con Vergot, opera di una regista giovanissima. E ancora la realtà virtuale fra cinema e gaming, gli effetti speciali di Ant-Man e Doctor Strange, le illustrazioni di Francesco Poroli e Officina B5, i giovani attori dello speciale Saranno famosi Federica Lucaferri, Andrea Di Maria, Emanuela Fanelli, Edoardo Purgatori, Giusy Buscemi, Roberto Caccioppoli, Caterina Le Caselle.

INTERSOS. È l'organizzazione umanitaria italiana in prima linea per portare aiuto alle vittime di guerre, violenze e disastri naturali. In questo momento i suoi operatori sono al lavoro in 15 paesi del mondo, dall'emergenza umanitaria legata alla battaglia di Mosul, alle zone della Nigeria devastate dal conflitto con Boko Haram, dai conflitti in Yemen e Afghanistan alla carestia che investe i paesi dell'Africa orientale, dall'assistenza ai minori stranieri non accompagnati che arrivano in Italia agli sfollati della Repubblica Centrafricana. La missione di INTERSOS è garantire cure mediche, beni di prima necessità e protezione alle persone in pericolo, a cominciare dai più vulnerabili. 




LA MUSICA

LA PINGRA. In formazione elettrica continuano il tour del loro ultimo album "The Spectaculis", un vero e proprio musical surreale e multisfaccettato che porta l'ascoltatore in un labirinto di generi dove le dinamiche più sfrenate ed aggressive sono alternate a momenti di dolcezza e ad inaspettate aperture melodiche.

LAPELLE. Sono un duo italiano di musica elettronica composto dai registi di cinema prestati alla musica Arianna Del Grosso (drum machine) e Ivan Silvetrini ai sintetizzatori. In occasione dell’evento presentano un live set inedito alla costante ricerca di equilibrio tra “presa bene” e introspezione lisergica. 

COMEMAMMAMHAFATTO. Un live coinvolgente e innovativo. Una jam session di musicisti che amano sperimentare e fondere basi elettroniche con strumenti classici come flauto traverso, sax, violino, conga, chitarra e tromba. Un live che si riempie di strumentisti provenienti da vari generi musicali coordinati dall’esperienza del dj polistrumentista Max Scoppetta ideatore del progetto.

CRAIG RICHARDS. Eclettico, surreale, unico. Questo è Craig Richards un dj dell’austera corona d’Inghilterra. Chi lo ascolta prenderà parte ad un viaggio nella musica elettronica senza compromessi, attraversando molti generi, dalla house ipnotica alla dark disco, electro e minimal techno. Ha raggiunto il successo internazionale grazie al Fabric, lo storico club music londinese di cui è dj resident e direttore artistico delle Saturday Nights.

LE ESPOSIZIONI

MATTEO CASILLI. Con il suo progetto HUMANS posa lo sguardo sulla provincia di Crotone, una delle più povere e con più alto tasso di disoccupazione in Italia e che ospita il secondo CARA (Centro di Accoglienza Richiedenti Asilo) più grande del nostro Paese e una vasta popolazione straniera. Qui, INTERSOS ha aperto l’Ambulatorio Mesoghios, con l’obiettivo di offrire assistenza medica sia ai migranti che alla popolazione locale che vive in condizioni di disagio.

ANNALAURA DI LUGGO ha fatto mostre in tutto il mondo dedicate al suo progetto fotografico-performativo Occh-IO/Eye-I. Un’operazione artistica con l’obiettivo di cogliere e restituire in forma “amplificata”, un aspetto peculiare dell’identità che appartiene ad ognuno: “l’occhio”, con una evidenza sulla parola IO per evocare quella singolarità di cui è portatore ciascun individuo. Espone all’evento alcune opere tra cui un'anteprima di Blind Vision (evento ufficiale del Maggio dei Monumenti di Napoli 2017) dedicato alla percezione del mondo dei non vedenti e le tre installazioni appena presentate a New York: "Uno, Nessuno e Centomila" sulla crisi dell'identità, “Womb of the world” una scenografica rappresentazione simbolo dell’accoglienza del grembo del mondo e Actor's vision con l'occh-IO di Alessandro Preziosi.

ELENA PIZZICHELLI. Il volto è inteso da Elena Pizzichelli come un “paesaggio di segni” che trascende l’umano in favore di un’esplorazione che trasforma il viso in un vero e proprio panorama. L’evento al quale si assiste è una moltiplicazione del “falso” a partire dal punto di partenza originario, la foto, già icona di un modello in carne ed ossa, il primo filtro con la realtà. Nel quadro la distanza raddoppia e la ferita tra reale e virtuale si fa ancora più profonda.

CAMILLA CATTABRIGA. Sin dall'età di undici anni coltiva la passione per la fotografia con cui racconta la storia del suo piccolo mondo, sia esso interiore o esteriore, popolato da muse ispiratrici e da atmosfere di luci intime e surreali. È così che l'incanto sfama i suoi occhi e il tempo si addormenta.    







 
Domenica 19 Marzo 2017 - Ultimo aggiornamento: 22:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME