Botero e gli altri, la primavera porta con sé le migliori esposizioni
di Valeria Arnaldi

Botero e gli altri, la primavera porta con sé le migliori esposizioni

Pittura, scultura, fotografia, multimediale. È un viaggio tra storia dell'arte del Novecento e cronache di stili e firme quello che si può compiere in questi giorni a Roma, in un ideale dialogo tra musei e spazi espositivi. 

Prende il via dalle versioni degli antichi maestri il percorso dell'esposizione Botero, che riunisce cinquanta opere del maestro al Vittoriano fino al 27 agosto, ricostruendo i temi della sua ricerca, tra nature morte e nudi, politica, religione, vita latino-americana e sculture, a partire dal monumentale Cavallo con briglie nel piazzale antistante il Complesso. Dai volumi extra di Botero alle sculture di Arman. A Palazzo Cipolla, la retrospettiva Arman 1954-2005 fino al 23 luglio, ospita circa settanta opere dell'artista, dagli esordi negli anni Cinquanta ai primi anni del Duemila. Protagonista, l'oggetto nelle sue scomposizioni.

È l'immagine che Burhan Ozbilici ha scattato ad Ankara il 19 dicembre 2016, quando l'ambasciatore russo Andrei Karlov è stato ucciso daMevlut Mert Altintas, la Foto dell'Anno secondo il World Press Photo. Aglisguardi dei più grandi fotografi sul presente è dedicata la mostra World Press Photo 2017, fino al 28 maggio a Palazzo delle Esposizioni. La fotografia è anche il cuore di La terra come patrimonio comune, fino al 4 giugno al museo Di Roma in Trastevere: tra scatti, filmati e documenti, oltre quarant'anni di occupazione delle terre.

Dagli anni 60 agli '80 l'iter di Boom Beat Bubble in decenni di incisione nipponica, all'istituto giapponese di cultura fino al 12 ottobre. Guarda invece al futuro, tra sculture cinetiche e olografie, la multimediale ArtFutura. Creature digitali, fino al 10 settembre all'Ex-Dogana, a San Lorenzo. Novità pure al Maxxi, che triplica la collezione permanente con The Place To Be e tre installazioni: Mareo Merz di Elisabetta Benassi, Anima di Mircea Cantor e Winter Moon di Ugo Rondinone. La street art si celebra con Cross Tthe streets, da domenica al 1° ottobre: 40 anni di street art e writing.
Venerdì 5 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 09:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME