Diabete, uno tsunami che colpisce oltre tre milioni di italiani
di Antonio Caperna

Diabete, uno tsunami che colpisce oltre tre milioni di italiani

ROMA- Lo tsunami diabete colpisce oltre 3,7 milioni di italiani, ma almeno un milione di persone è ‘portatore’ di questa condizione senza saperlo. In particolare nel mondo una donna su dieci è malata. Per questo il tema della Giornata mondiale 2017, che si celebra domani, è ‘Donne e Diabete’. Evidenze scientifiche raccolte negli ultimi 20 anni dimostrano come il rischio cardiovascolare associato al diabete sia costantemente maggiore nelle donne (coronaropatia aumentato del 44 % rispetto agli uomini) e lo stesso accade per l’ictus e altre patologie. Inoltre le donne con diabete di tipo 2, anche a parità di cura erogata, non raggiungono i target dei fattori di rischio consigliati dalle società scientifiche al pari degli uomini.

LEGGI ANCHE ---> Costantino: "Futuro è il pancreas artificiale"

Per questo motivo la Società italiana di diabetologia (Sid) ha promosso con Federfarma una campagna nazionale di screening del diabete presso le farmacie, con esame gratuito della glicemia. E il ‘gender gap’, relativo alla cura di tutte le malattie, penalizzante per le donne, è rintracciabile anche nel diabete. Barriere ‘rosa’ alla diagnosi e alle terapie si ritrovano soprattutto nei Paesi in via di sviluppo, ma sono presenti anche in Italia. Ma il diabete per le donne può significare anche difficoltà a concepire un figlio (2 donne su 5 di quelle con il diabete sono in età riproduttiva, ricorda l’International Diabetes Foundation) e devono fare più attenzione delle altre durante la gravidanza per la loro salute e quella del bambino. «Quest’anno – afferma il prof. Giorgio Sesti, presidente Sid– la Giornata Mondiale cade nel trentennale dell’approvazione della Legge 115/87, che ha sancito per la prima volta la necessità di svolgere azioni rivolte alla prevenzione e alla diagnosi precoce della malattia diabetica. Grazie al modello assistenziale, basato sui team diabetologici, si è potuto gestire efficacemente la malattia con evidenti effetti positivi».
 
Domenica 12 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 20:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME