Salvini: "Via obbligo vaccini e legge Fornero. M5S? Cambiano idea troppo spesso..."

Salvini: "Via obbligo vaccini e legge Fornero. M5S? Cambiano idea troppo spesso..."

«Le differenze da Forza Italia? Sono naturali. Siamo partiti diversi. Sui vaccini, io resto per la libertà di scelta». Lo dice in una lunga intervista al Corriere della Sera, il leader della Lega Matteo Salvini, che sulla rinuncia di Roberto Maroni a correre in Lombardia per il secondo mandato fa sapere: «Non ho potuto che prenderne atto», «certo avrei preferito che si ricandidasse».

«I sondaggi commissionati, da altri e non da noi - aggiunge quindi su Attilio Fontana che la Lega vuole in sostituzione di Maroni -, ci dicono che è in ampio vantaggio comunque». Sul fatto che Silvio Berlusconi ha rilanciato il nome di Mariastella Gelmini, Salvini si mostra comunque sereno: «Mah, se qualcuno ha voluto fare approfondimenti, ci sta. Un paio di giorni di riflessione ci possono stare...».

Sull'ipotesi avanzata da Renzi secondo cui, data la posizione sui vaccini, «esiste un'alleanza non scritta (per ora)» tra Lega e i 5 Stelle, Salvini replica: «Renzi è un ignorante che dimostra la sua ignoranza. Io i vaccini ai miei figli li ho fatti fare, ma sono contrario all'obbligo. La Lega ha anche proposto che lo Stato si faccia carico di esami pre vaccinali. La verità è che siamo l'unico Paese al mondo sotto esperimento, nessun altro ha dieci vaccini obbligatori. Quanto ai 5 Stelle, cambiano idea troppo spesso per poterci fare patti».

LEGGI ANCHE Legge Fornero sulle pensioni, ecco cos'è e le novità

Salvini rilancia poi la proposta : di «uno stipendio minimo orario al di sotto del quale non si possa andare» mentre l'abolizione della legge Fornero si paga «rimettendo i soldi in tasca. Così la gente li spende e l'economia riparte. Un'altra cosa su cui io e Berlusconi non siamo d'accordo è il limite di spesa per il contante: lui lo fisserebbe a 5.000 euro, io lo abolirei del tutto». Infine, Salvini parla del rapporto Usa che sostiene che la Lega riceve fondi dal Cremlino: «Io ritengo che Putin sia un grande - dice - e lo penso gratis. Il governo Salvini andrà a Bruxelles a chiedere di cancellare le sanzioni contro la Russia. Solo fake news..». 

Giovedì 11 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 12:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME