Seguici su Facebook Seguici su Facebook     Giovedì 23 Marzo 2017 | | Oroscopo |
TRENDING TOPICS

Niente regali né dichiarazioni alla stampa, ecco il nuovo codice etico per il Campidoglio

COMMENTA
Niente regali né dichiarazioni alla stampa, ecco il nuovo codice etico per il Campidoglio

Giovedì 12 Gennaio 2017, 09:06

di Paola Lo Mele
Arriva il nuovo codice di comportamento dei dipendenti di Roma Capitale aggiornato secondo le indicazioni dell'Autorità Nazionale Anticorruzione. Ad approvarlo, nei giorni scorsi, è stata la giunta comunale presieduta da Virginia Raggi. Con il nuovo testo arriva una stretta sui regali ammissibili' per i dipendenti e la garanzia dell'anonimato per i whistleblower, ovvero chi - nell'amministrazione -denuncia illeciti e irregolarità.  Il codice introduce anche il concetto di responsabilità per i dirigenti di vigilare sul rispetto delle misure per la prevenzione e il contrasto della corruzione. Per i lavoratori si prevede il dovere di segnalare ai superiori (fermo restando l'obbligo di denuncia all'autorità giudiziaria) eventuali situazioni di illecito di cui si venga a conoscenza.   Il dipendente che segnala un illecito ha il diritto di essere tutelato anche con la tutela del l'anonimato dell'identità del segnalante, fatta eccezione per i casi di responsabilità a titolo di calunnia o diffamazione. Ancora: il dipendente non accetta per sé o per altri regali o altre utilità salvo quelli d'uso di modico valore effettuati occasionalmente nell'ambito delle normali relazioni di cortesia e delle consuetudini.   Il modico valore è quantificato in una cifra fino a 100 euro annui, mentre nel codice precedente - datato 2013 - il limite orientativo era 150 euro. Focus anche sul conflitto di interessi. Nel capitolo ad hoc si sottolinea che l'impiegato, il funzionario o il dirigente dovranno astenersi dal partecipare all'adozione di decisioni o ad attività che possano coinvolgere interessi propri o di parenti o affini entro il secondo grado. Ogni anno il responsabile per la prevenzione della corruzione effettuerà il monitoraggio sul livello di attuazione del codice rilevando tra l'altro il numero e il tipo di violazioni accertate e sanzionate nonché le aree della amministrazione nelle quali si concentrano. I risultati di tale indagine saranno comunicati all'Anac.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


DIVENTA FAN DI LEGGO



PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 di 0 commenti presenti