Seguici su Facebook Seguici su Facebook     Martedì 28 Marzo 2017 | | Oroscopo |
TRENDING TOPICS

Metro all'alba, operazione al via tra le polemiche

COMMENTA
Metro all'alba, operazione al via tra le polemiche

Lunedì 9 Gennaio 2017, 09:20

di Simona Romanò
Arrivano le novità Atm 2017: oggi debutta «Buongiorno Milano» con il metrò anticipato di mezz'ora all'alba.   Ma la notte no: sono infatti eliminate, fra le proteste di viaggiatori, sindacati e dell'ala sinistra della maggioranza di Palazzo Marino, dieci linee notturne di collegamento tra centro e periferia, inaugurate ai tempi di Expo. È la rivoluzione Atm, che vanta innanzitutto il cambio di orologio al mattino: i convogli partono, da lunedì a sabato, verso le 5.30 anziché le 6 da tutti i capolinea, andando incontro ai lavoratori dell'alba, come gli infermieri o gli operatori dei pubblici esercizi. Un evento celebrato con l'emissione di un biglietto speciale. Il piano, dal costo annuo di 6 milioni - fra straordinari del personale, 20 assunzioni e questioni tecniche - è frutto di una riorganizzazone dell'intera rete a partire dagli incroci nelle stazioni di interscambio.   Gli orari sono diversi da linea a linea: da Molino Dorino si parte alle 5,40; da Bisceglie alle 5,50 (info www.atm.it). Si pensa di soddisfare qualche migliaio di utenti in più. Ad essere facilitati sono anche i pendolari dell'hinterland, che hanno necessità di partire prima. «C'è un ampliamento al mattino della domanda, che ci è sembrato giusto soddisfare», commenta l'assessore alla Mobilità Marco Granelli. Va peggio la sera, con la rete notturna rimodulata: soppressi dieci bus notturni tra domenica e giovedì che, secondo il Comune, erano «poco usati». Questione di costi. Resteranno però attive, tutte le notti, la 90-91 e le tre linee sostitutive del metrò.   «La giunta ci ripensi», è l'appello del Verde dem, presidente della commissione Ambiente Carlo Monguzzi, che ha convocato mercoledì una seduta con Granelli, pronto a precisare: «Le risorse sono state spostate, ma abbiamo mantenuto le tariffe più basse di Europa». 
La sforbiciata è necessaria per evitare rincari. E il Comune investe per coprire alcuni quartieri periferici ora poco serviti, come Giambellino-Lorenteggio con il potenziamento della linea 14.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


DIVENTA FAN DI LEGGO



PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 di 0 commenti presenti