Seguici su Facebook Seguici su Facebook     Venerdì 24 Febbraio 2017 | | Oroscopo |
TRENDING TOPICS

Degrado e criminalità, ecco i quartieri periferici di Milano più a rischio

COMMENTA
Degrado e criminalità, ecco i quartieri periferici di Milano più a rischio

Mercoledì 11 Gennaio 2017, 09:19

di Salvatore Garzillo
Se abitate a Lambrate, Mecenate, Quarto Oggiaro o Scalo Romana, siete in un'area a rischio. Magari lo sapevate già ma a ufficializzarlo è stato il capo della polizia Franco Gabrielli di fronte alla commissione parlamentare di inchiesta sulle condizioni di sicurezza e sullo stato di degrado delle città e delle loro periferie.  «A Milano le periferie sono più prossime al centro. In particolare le periferie più esposte sono queste quattro. Nel corso dello scorso anno sono stati rilevati 15mila delitti, con un calo del 5 per cento», ha detto Gabrielli, che ha riservato una parte di analisi al pericoloso fenomeno delle «bande giovanili sudamericane, colpevoli in particolare di reati predatori e risse. La logica su cui si muovono è la conquista del predominio su parti di territorio e al controllo delle attività illecite in quelle aree».   I latinos sarebbero uno dei punti critici della città ma stranamente non segnala via Padova come area a rischio. Una decisione apparentemente inspiegabile se si segue un principio di presenza in strada e incidenza dei reati. Nei giorni scorsi Gabrielli aveva dichiarato che la possibilità di un attentato di matrice islamica in Italia esiste e, probabilmente, toccherà anche a noi prossimamente. Ieri ha però ricordato che «le forze dell'ordine sono riuscite a mantenere un capillare dispositivo di controllo dei territori che ha permesso, tra l'altro, di individuare l'autore della strage di Berlino».  Periferie al centro dell'attenzione, dunque, con una particolare attenzione ai flussi di droga milanesi: Lambrate, Quarto Oggiaro e Rogoredo. 
In pericolo, secondo i sindacati, anche chi lavora come portiere o come impiegato degli uffici delle case di edilizia residenziale pubblica, costantemente sul filo delle aggressioni fisiche. Molte di queste si trovano nelle quattro aree citate da Gabrielli, ma tutta la zona di San Siro è esclusa nonostante la quotidiana battaglia che si combatte con gli abusivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


DIVENTA FAN DI LEGGO



0 commenti presenti

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.


Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui