"Migranti donne violentate durante le traversate, arrivano incinte e chiedono di abortire"

"Migranti donne violentate durante le traversate, arrivano incinte e chiedono di abortire"

  • 445
    share
«Molte delle donne, soprattutto nigeriane, arrivano incinte, conseguenze di stupri, e chiedono di interromperle»: sono alcuni dei racconti dei migranti ospitati nel Cara di Bari e raccolti dai volontari delle associazioni. Sono pubblicati oggi da La Repubblica Bari. «Alcune donne eritree ci hanno riferito - dicono i volontari - che prima del viaggio assumono ormoni per inibire l'ovulazione, in modo tale da evitare gravidanze a seguito delle violenze che quasi sicuramente subiranno nel percorso migratorio».

E poi ci sono i bambini: «abbiamo registrato - dicono i volontari di Lasciatecientrare - recenti episodi di abusi sessuali nei confronti di almeno due bambini, anche molto piccoli che si trovavano nella struttura da mesi, entrambi con un solo genitore e in attesa di essere relocati. Successivamente all'emergenza del grave abuso sono stati sistemati altrove ma in uno dei due casi la Prefettura e i servizi sociali non hanno garantito l'unità familiare, non essendoci strutture di accoglienza per padri con figli». L'autorità giudiziaria - si legge nell'articolo - è stata avvisata dalla direzione del Cara ed è stata aperta un'indagine, ancora in corso.

Venerdì 21 Aprile 2017 - Ultimo aggiornamento: 12:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2017-04-21 19:57:32
mi è capitato di vedere in un commissariato un ragazzino immigrato con la sua valigia: voleva essere messo in un altro centro ...di accoglienza, cristiano. Aveva l'aria spaurita di chi aveva forse subito abusi...e non voleva piu stare con gli altri immigrati. E' davvero triste. Che ci fanno qui tutti quei maschi grossi r aggressivi senza lavoro? pensano di fare fortuna in Europa perchè hanno molto da offrire?
2017-04-21 14:05:48
si perchè la nuova forza lavoro, ha bisogno di sesso prima di incominciare il turno
2017-04-21 12:24:32
Per questo non siamo d'accordo, e siamo la maggioranza degli italiani con questa mattanza di esseri umani, che vengono derubati, torturati e violentati sia prima di imbarcarsi che durante la traversata, non stiamo salvando proprio nessuno, anzi, dovremmo essere condannati dal mondo intero per complicità con le mafie libiche!
DALLA HOME