L'ultima notte di Valeria insieme a Dj Fabo: "Volevo non finisse mai"

  • 32
    share
«Vorrei che questa notte non finisse mai».

Con questo post, su Facebook, Valeria Imbrogno ha affidato i propri pensieri e sentimenti per l'amore della sua vita, Fabiano Antoniani alias Dj Fabo, proprio prima di accompagnarlo verso l'ultimo viaggio, in una clinica svizzera.



Il dj, rimasto tetraplegico e cieco dopo un incidente avvenuto nel 2014, si era rivolto, tramite l'Associazione Luca Coscioni, sia al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: «Ora vorrei solo morire senza soffrire, ma qui in Italia né io, né altri come me, possiamo essere aiutata. Lei può sensibilizzare il Parlamento».



Durante il viaggio verso la Svizzera, avvenuto con Valeria, la mamma e cinque amici. Dj Fabo si è raccomandato a tutti di mettere le cinture di sicurezza. Poi il ricovero in clinica, verso l'ultimo viaggio, assistito anche dal radicale Marco Cappato. Che oggi annuncia, dopo le furenti polemiche: «Vado ad autodenunciarmi per il suicidio assistito di Fabiano Antoniani».






Martedì 28 Febbraio 2017 - Ultimo aggiornamento: 10:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-02-28 11:29:53
dovrebbe portare piu' rispetto a tutti il caro Adinolfi (sig. omesso perche' non ne e' degno). Si puo' mostrare le prorie opinioni senza offendere nessuno e qui Adinolfi non solo offende i disabili, offende le persone normali e soprattutto offende tutte le vittime dell'olocausto. Certa gente dovrebbe essere censurata a vita dai social.
DALLA HOME