Dj Fabo, Cappato indagato per il suicidio assistito. La clinica svizzera nel mirino dei pm milanesi -Video

di Angela Calzoni
Acquisire i protocolli della clinica “Dignitas” vicino a Zurigo, dove lunedì scorso è morto Dj Fabo. È questo il primo passo dell’inchiesta, coordinata dal pm Tiziana Siciliano, sulla morte di Fabiano Antoniani, 40 anni, che dopo un incidente stradale nel 2014 era diventato cieco e tetraplegico.

L’uomo ha scelto la via del suicidio assistito per sfuggire a un’esistenza che lui stesso ha definito «solo di dolore». Per realizzare il suo progetto, è dovuto andare in Svizzera. L’esponente dei Radicali Marco Cappato, che lo ha accompagnato in auto fino alla clinica della “dolce morte”, è stato indagato per “aiuto al suicidio” dalla Procura di Milano, reato per il quale rischia una pena trai 5 e i 12 anni. Una volta rientrato in Italia, il politico aveva scelto di autodenunciarsi ai carabinieri della Compagnia Duomo.

Adesso, inquirenti e investigatori potrebbero acquisire parte della documentazione anche dai familiari di Dj Fabo, assieme ad atti sulla storia clinica e agli incartamenti che provano i suoi contatti diretti con la Svizzera. L’interrogatorio di Cappato, che non ha ancora nominato un avvocato, invece, potrebbe tenersi nei prossimi giorni, ma non a breve. Da quanto si è saputo in ambienti giudiziari, infatti, gli inquirenti vogliono prima capire sulla base di quali norme viene data assistenza medica alla morte volontaria nella clinica di Zurigo e quali regole interne della struttura debbano essere rispettati.

«È veramente una vergogna che nessuno dei parlamentari abbia il coraggio di mettere la faccia per una legge che è dedicata alle persone che soffrono, e non possono morire a casa propria, e che devono andare negli altri paesi per godere di una legge che potrebbe esserci anche in Italia» aveva scritto Dj Fabo in un appello al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Parole che ieri campeggiavano sul sito della clinica Dignitas, dove l’uomo è deceduto.
Venerdì 3 Marzo 2017 - Ultimo aggiornamento: 09:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME