Dior e Ferré in mostra a Parigi con due inviati speciali: Martines e Carminati
di Elena Benelli

Dior e Ferré in mostra a Parigi con due inviati speciali: Martines e Carminati

Passeggiando a Parigi, una attrice di fama internazionale ed étoile dell'Opera, Alessandra Martines e l'hair stylist delle dive, Roberto Carminati: nessun incontro di lavoro, questa volta, ma il piacere di condividere - da amici quali sono - la visita alla mostra retrospettiva su Dior, ospitata nella capitale francese, e con essa l'omaggio a Gianfranco Ferré.
Per Carminati, Parigi è il punto di partenza professionale, quello dal quale  ha tratto - attraverso il maestro coiffeur Alexandre, come raccontato nel suo libro Biondo Platino - ispirazione e che negli anni a regalargli nuove idee creative. Martines, che vive ormai da molti anni a Parigi, da sempre come precorritrice di stile, attentissima estimatrice di Maison, a sua volta musa di stilisti come Prada, Valentino, Elie Saab e Versace

Alessandra,  lei ha partecipato alla chiusura della passerella della sfilata di Dior sottobraccio a Gianfranco Ferrè
«Era il 16 marzo 1993. E' stato un momento di grande emozione, ovviamente ero anche intimidita, nonostante avessi  già sfilato come modella per Elite USA. In quellal oaccasione, però, sfilavo come attrice,  era un momento anche più personale. E' stato molto, molto bello oltre ad essere un grandissimo onore»
«Ho conosciuto Gianfranco Ferrè proprio in questa occasione - continua -  ed era un uomo estremante semplice, umile; come tutti i grandissimi ed era anche timido. Con una enorme fantasia, creatività e generosità. Questo si vede anche dai suoi abiti, visionario perchè riusciva a mescolare il gusto delle epoche passate con un look estremamente moderno e futuristico. In quell'occasione mi vedeva come la Dandy di quegli anni, quindi un pò un Oscar Wilde donna, il che mi ha lusingata estremamente».

Ed ora è il turno di Roberto Carminati, come tradurrà l'ispirazione derivata da questa mostra?
«Ho una grande voglia di acconciature eleganti sofisticate studiate per ogni occasione i capelli raccolti rendono ogni circostanza magica. La collezione di Gianfranco Ferre è bellissima e sopratutto i manichini portavano grandissimi chignon, la mia passione. A darmi ispirazione sarà anche il feeling che la grane amicizia con Alessandra riesce sempre a trasmettermi»

La mostra sui 70 anni di Christian Dior: 300 abiti in 3.000 metri quadri di sale del Musée des Arts Décoratifs di Parigi, fino al 7 gennaio 2018

Domenica 22 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 16:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME