Vaccini, a Roma caos tra Asl e municipi per i certificati per le scuole
di Lorena Loiacono

Vaccini, a Roma caos tra Asl e municipi per i certificati per le scuole

Altro che esami, a far tremare gli scolari di Roma sono i vaccini. Non certo per la puntura quanto piuttosto per la certificazione da consegnare a scuola, entro lunedì 11. E allora oggi, a 4 giorni dalla fatidica scadenza, impazza la caccia al certificato. O, meglio, a qualunque tipo di informazione che possa aiutare il compito di mamma e papà. Il caos sale in cattedra, prima ancora che arrivi la maestra. Le Asl sono state prese d'assalto da tante famiglie nel panico: telefoni bollenti e ambulatori sotto tiro da via Portuense, per la ex Asl RmC, a via Boemondo, da via Dina Galli della ex Asl Rm B a via Tripoli e via Jacobini. Ogni volta una risposta diversa. Così come le scuole, ancora in alto mare. 

C'è chi, come accade in viale Marconi, la scuola comunale dell'infanzia non accetta fogli di autocertificazione perché ancora non sa come comportarsi mentre il municipio di appartenenza, l'undicesimo, ha già pubblicato sul sito il modulo per autocertificare. E così diventa fondamentale il passaparola. Ieri mattina in via Capuana, fuori dall'asilo, erano tante le mamme in cerca di risposte. 

«Non sappiamo che fare spiegava Toziana Morbelli tra pochi giorni scadono i tempi non vorrei rischiare di ritrovarmi fuori da scuola». Un po' di confusione, in effetti, è evidente. Sulla pagina del Municipio 1 invece è scritto chiaramente che le certificazioni o l'autocertificazione vanno presentati dal 1 al 10 settembre, consentendo il posticipo al 20 settembre in casi particolari. Una possibilità, quella del 20 settembre, non prevista o almeno non comunicata in altre zone di Roma. La circolare del servizio educativo del Comune prevede infatti che 10 giorni dopo la scadenza del 10 settembre, la scuola comunicherà alla Asl di non aver ricevuto la documentazione dal bambino. In realtà entro lunedì oltre a presentare la certificazione dei vaccini necessari è possibile anche solo autocertificare, con un modulo precompilato da scaricare online anche tramite il sito della Regione Lazio, l'avvenuto vaccino o la prenotazione avuta con la Asl. Tutto dovrà poi essere certificato entro fine marzo.
Martedì 5 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 10:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME