Massimo Popolizio si mette all'Opera e debutta a Roma con I masnadieri
di Stefania Cigarini

Massimo Popolizio si mette all'Opera e debutta a Roma con I masnadieri

Un intenso racconto gotico che ha come filo conduttore il desiderio, anzi «I desideri mai appagati dei protagonisti ed i conflitti che questi desideri mai paghi generano». Parola di Massimo Popolizio, attore di solida fama - debutto e 35 spettacoli con Luca Ronconi - che per la prima volta si presta al teatro d’opera per la messa in scena de I masnadieri di Giuseppe Verdi. A sua volta, I masnadieri, opera di ampio afflato europeo per la quale il grande compositore prese a presto da uno dei più grandi autori dell’epoca, Friedrich Schiller e il suo Die Räuber, ridotto e adattato a libretto da un intellettuale di vaglia come Andrea Maffei. L’opera andrà in scena il 21 gennaio, in un nuovo allestimento (al Costanzi c’è stata una volta sola, nel 1972, diretta da Gianandrea Gavazzeni con la regia di Mario Missiroli) che vedrà sul podio Roberto Abbado: «Si sente l’ispirazione di compositori come Rossini, Bellini e Donizetti, ma ha certamente il respiro unico e rivoluzionario del giovane Verdi. Non è uno dei suoi capolavori, ma è certamente un lavoro bellissimo, che esprime in pieno il senso di ribellione ad una società rigida e che per molti versi ricorda Macbeth o Riccardo III».
Popolizio - che in ballo ha un altro ruolo importante: dal 1 febbraio sarà Mussolini nel film Sono tornato di Luca Miniero - dal canto suo, si è ispirato a Ronconi “per l’idea del movimento come parte della struttura scenica”, ma anche a Trono di Spade, il serial tivù di successo, tutto intrighi, passioni e tradimenti, per il “riferimento al gusto popolare alto della trama”; trasformando alla fine i suoi truci masnadieri in una ciurma di “mercenari”. Ai cantanti lirici in scena ha trasmesso la sua “esperienza di attore di palcoscenico”. Nel cast Riccardo Zanellato (Massimiliano), Stefano Secco/Andeka Gorrotxategui (Carlo), Artur Rucinski/Giuseppe Altomare (Francesco) e Roberta Mantegna, talentuoso soprano diplomatasi nella prima edizione di Fabbrica Young Artist Program dell’Opera di Roma, nel ruolo di Amalia, Saverio Fiore (Arminio), Dario Russo (Moser) e Pietro Picone (Rolla). riproduzione riservata ®

I masnadieri al Teatro dell’Opera di Roma il 21/01 ore 20 (repliche 21,23,27,31 /07, 2 e 4/02) anteprima under 26 20/01, info operaroma.it 
Martedì 16 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 17-01-2018 19:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME