Ippodromo Capannelle a rischio chiusura, la protesta dei lavoratori
di Ida di grazia

Ippodromo Capannelle a rischio chiusura, la protesta dei lavoratori

«Di questo passo l’ippodromo rischia la chiusura, e sarebbe una follia. Ci vivono circa mille persone, gran parte dei quali svolge attività di lavoro che non potrebbero esercitare altrove. Ci sono ristoranti, negozi, senza considerare i cavalli: dove andrebbero a finire?». 



Il futuro dell’Ippodromo Capannelle è ormai un caso: una delibera del comune di Roma impone alla Hippogroup, la società che gestisce l’impianto, di lasciarlo libero entro il 15 maggio prossimo, e ciò che accadrà a partire dal giorno dopo non è ancora chiaro.

Ileana Argentin, deputata PD e candidata alla Camera nel collegio Roma 6 Tuscolano, ha messo la vicenda nella sua agenda politica e ieri sera ha organizzato ieri - lunedì 12 febbraio - una fiaccolata davanti al Municipio VII di Roma: «C’erano tante persone, malgrado il freddo. E all’iniziativa si sono uniti anche molti passanti. Il quartiere vive in buona parte delle attività che si svolgono nell’ippodromo che, non dimentichiamo, in estate ospita anche alcuni concerti nell’ambito della manifestazione musicale “Rock in Roma” (le date sono già fissate, ndr)». 



Nei programmi dell’amministrazione capitolina la soluzione è in un bando per una nuova gestione dell’ippodromo: «Lo annunciano da tempo, ma non è stato mai presentato. E a questo punto, non ci sono più i tempi per fare una gara prima di maggio. Si deve pensare in fretta a una proroga dell’attuale gestione».


Il destino di Capannelle dipende anche dal nuovo regolamento pentastellato per la gestione degli impianti sportivi comunali. L’approvazione doveva avvenire oggi, ma è stata rinviata. «Gli uffici tecnici del comune hanno dato parere contrario – spiega ad Agipronews la Argentin – La realtà è che si continua a prendere tempo e, vista la situazione, è una cosa assurda. Ci vuole al più presto un tavolo di concertazione e bisogna coinvolgere gli attuali gestori di Capannelle. Per quanto ci riguarda, chiediamo un incontro all’amministrazione. Deve essere chiaro che a noi non interessa la difesa dell’attuale gestione, semmai abbiamo a cuore le sorti dell’ippodromo e di chi ci lavora. Il rischio è che fra qualche settimana diventi un luogo abbandonato».   
Il Regolamento per gli Impianti Sportivi di proprietà di Roma Capitale sarà votato domani dalla Commissione Personale, Statuto e Sport e probabilmente sarà calendarizzato - per l’approvazione definitiva da parte del Consiglio - nella seduta in programma giovedì pomeriggio: «La prima data utile è questa, quindi è probabile che si riesca a concludere», ha confermato ad Agipronews il presidente della Commissione, Angelo Diario (M5S), primo firmatario della proposta di deliberazione relativa al nuovo regolamento. 

 
Martedì 13 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 17:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME