Paul Weller, 40 anni di carriera e un live imperdibile all'Alcatraz
di Carlo Mandelli

Paul Weller, 40 anni di carriera e un live imperdibile all'Alcatraz

Sono passati quarant'anni dall'uscita del suo primo disco e Paul Weller che fa? raccoglie tutte le sue influenze musicali, le mischia e le dosa come un alchimista d'esperienza e torna in scena con un nuovo album e un nuovo tour.

Stasera il cantante, compositore e chitarrista 59enne è all'Alcatraz col suo tredicesimo album da solista, A kind of revolution. Vera e propria istituzione della scena musicale (e non solo) mod britannica, Weller ha scritto un capitolo importante della musica inglese con i Jam, negli anni Settanta (nel 1977 è uscito l'album In the city del quale cade quest'anno il quarantennale) e dal 1982 poi con gli Style Council, prima di mettersi definitivamente in proprio nel 1989. 

Il nuovo album, frutto di un riassunto di tutta la sperimentazione di Weller che nella sua carriera è passato dal rock all'acid jazz, sfiorando il folk ed elaborando a modo suo il concetto di pop, contiene una scaletta di dieci brani in totale. Per l'occasione l'ex Style Council è anche riuscito a coinvolgere un'altra leggenda della musica inglese come Robert Wyatt, che ha prestato la voce e la tromba sulle note della nuova She moves with the fayre. 

A rendere ancora più interessante l'appuntamento di stasera ci sarà anche il gruppo d'apertura, capitanato niente meno che da Nic Cester, voce degli australiani Jet, questa volta alle prese con il progetto che prende il nome di Nic Cester And The Milano Elettrica. La band, tutta italiana ad eccezione del cantante, può contare anche su due batteristi ed una sezione di ottoni, per un genere musicale che dalla canzone d'autore va verso il soul e il blues. 
Martedì 12 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 09:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME