Lorenteggio, abbattuti i palazzi del degrado. Altri due a primavera, poi parte il lifting da 20 milioni
di Simona Romanò

Rinascita Lorenteggio, le ruspe spianano due palazzi: parte il piano riqualificazione da 20 milioni

Poco più che un cumulo di macerie, detriti e cemento sbriciolato. È ciò che rimane dello stabile fatiscente in via Lorenteggio 181, dove le ruspe sono in azione dallo scorso 20 ottobre. È il primo - un centinaio di appartamenti in tutto - dei tre palazzoni di edilizia popolare che saranno abbattuti all’estrema periferia ovest della città.

I lavori saranno presto ultimati. Intanto, Aler sta ricollocando anche le ultime famiglie che ancora vivono, nonostante il degrado, negli altri due edifici gemelli che, secondo il programma, saranno demoliti in primavera per essere ricostruiti in estate. L’obiettivo è di assegnare i nuovi appartamenti verso la fine del 2019, quando cambierà radicalmente il volto del quartiere malato dopo anni di incuria, da largo Frattini a piazza Tirana, affacciata alla stazione di San Cristoforo. L’avvio della demolizione ha alzato il sipario sul piano periferie fortemente voluto dal sindaco Giuseppe Sala: per il Lorenteggio Palazzo Marino ha esteso l’intervento di riqualificazione dai caseggiati all’intero distretto, migliorando, quindi, anche strade, marciapiedi, giardinetti, la biblioteca civica e la scuola dell’infanzia di via Narcisi.

Una mega operazione da 20 milioni di euro ed è solo l’inizio, perché sul tavolo per il piano periferie c’è un tesoretto da 96 milioni tra fondi europei, comunali e regionali. Una rivoluzione epocale: nel cassetto, infatti, ci sono grandi progetti, visto che le ruspe, nel 2019, arriveranno anche in via Segneri 3, in Lorenteggio 179, via Manzano 4 e via Giambellino 150 (non abbattuto ma restaurato). «Renderemo gradevoli e attrattive le periferie» aveva dichiarato il Sala. Il Comune è pronto a far cambiare pelle alle zone più decentrate: non solo nuove case, ma anche l’apertura di spazi e attività, dai ristoranti agli auditorium.

Domenica 12 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 23:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME